La trap campana vende, quindi l’inossidabile duo Shablo e Sfera non poteva esimersi dal gettarsi anche il quel mercato.

TESTO

“Nun me stanco ‘e dicere ca me manche
E quanno te penso ’a notte, m’affogo si sto sunnano, yeah, yeah
Basta ca nun me dice: “Basta”
E ca quanno po’ te chiammo, nun stacche, rispunne e me parle

Mità de femmene ’ncopp’ ‘o munno nun so’ pe’ me
Nun m’annammoro cchiù ‘e nisciuna, ammò, ma nun saccio ‘o pecché
Si ce rifliette ’e cose giuste ca po’ nu fanno pe’ me
Popo pecché sî troppo giusta quindi nu’ puo’ sta cu’mme
No no, pure je ‘nu juorno aggia murì, ma no’ mo
Già da criaturo ‘e cose giuste nun erano giuste
Quanno m’abbracce metto ‘o tiempo a slo-mo
(‘O tiempo a slo-mo)
L’ammore buono è pe’ perzone assaje bone all’interno
No’ pe’ perzone che buono nun tennono niente e a into tennono l’inferno
Si tu a m’aizà si cado ‘nterra
Pure senza trucco sî ‘a cchiù bella
Basta ca m’abbracce e si m’abbracce
Sento friddo pure si non è vierno

Nun me stanco ‘e dicere ca me manche
E quanno te penso ‘a notte, m’affogo si sto sunnano, yeah, yeah
Basta ca nun me dice: “Basta”
E ca quanno po’ te chiammo, nun stacche, rispunne e me parle
Non mi stanco mai a dirti che mi manchi
Anche quando è tarda notte e io mi sveglio per pensarti, yeah, yeah
Basta, che non mi dici: “Basta”
E che quando ti chiamo, non stacchi, rispondi (Brr, brr)

Fai una canna, che così ci passa (Mhm-mhm)
Questa incazzatura non ci fa parlare (No-no)
Tu mi guardi senza dire nulla (Ah-ah)
Ce l’hai scritto in faccia che sei presa male
Ma io per te morirei (Uh, per te morirei)
Senza pensarci due volte, tu lo sai che lo farei
E non so stare tranquillo quando non so dove sei (No, no)
Baby, giuro che non era la stessa cosa con lei (No-no)
Anche se ti dico: “Vai via” (Vai via)
Per la mancanza lascia un messaggio in segreteria (Brr, brr)
Dimmi che sono un bastardo e che, no, non sei più mia
Siccome tutte le volte io esco e sbatto le porte
Dopo ti sbatto più forte perché

Nun me stanco ‘e dicere ca me manche
E quanno te penso ‘a notte, m’affogo si sto sunnano, yeah, yeah
Basta ca nun me dice: “Basta”
E ca quanno po’ te chiammo nun stacche, rispunne e me parle
Non mi stanco mai a dirti che mi manchi
Anche quando è tarda notte e io mi sveglio per pensarti, yeah, yeah
Basta che non mi dici: “Basta”
E che quando ti chiamo, non stacchi, rispondi (Brr, brr)

Vabbè, comunque lascia stare
Dice sempe ‘e stesse cose, ca te manco e po’ nun è overo
Ca nun c”a faje a sta’ senza ‘e me, ma je veco ca senza ‘e me staje meglio
Forse je e tte simmo fatte pe’ sta luntano, no ‘nzieme
Pure si amma sta male, ma è meglio sta male ca murì”

https://www.instagram.com/p/CBOWmAJgzOW/?utm_source=ig_web_copy_link

Ora che Geolier sia un piccolo ragazzo prodigio lo sa tutta la scena; che Sfera ormai sia cronicamente a corto d’idee e si ripeta fino alla nausea altrettanto… meno ovvio è che un veterano come Shablo sforni una base pop trap senza alcuna ispirazione, neanche fosse un divertissment fra amici e non un singolo da classifica. “M’Manc” è un singolo laccato, svogliato, paraculo fino al midollo nel rimestare la solita storia d’amore adolescenziale finita male. Difficile dire cosa non va in quest’operazione, dato che qui è proprio l’idea di fondo ad essere pessima: far cassa sul successo delle basi pop trap e sull’amore dei campani per la trap cantata nel proprio dialetto. Non che dal punto di vista commerciale la cosa non funzioni: le sue milionate di views e streaming sto pezzo se le è fatte. Il problema è che a parte far cassa qui non c’è nulla, tranne ovviamente quintalate di professionalità per cui non si arriva né all’osceno né al cringe. Mediocrità pura, questo è il termine esatto. Lasciate perdere questo singolo: è una commercialata senza idee.

VOTO: 5/10

AGGETTIVO: inutile

https://open.spotify.com/track/0MLu1cFYL4ikdRTdasCQT9?si=OYdJ485jTgONvO1WVZ_U7w

SINGOLO: M’MANC

ARTISTA: SHABLO, GEOLIER & SFERA EBBASTA

ANNO: 2020

ETICHETTA: UNIVERSAL

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 

 


Rubrica, PALINSESTO MUSICALE. Beatrice Antolini, Aiello, Montserrat Caballé, Radiohead, Genesis

Stasera alle 21 su OA Plus la quarta puntata di Wow: come nasce una canzone oggi? Songwriting dal vinile all’era digitale