Non è soltanto un ponte artistico tra due generazioni: Tha Supreme si unisce a Neffa mostrando una nuova sfumatura della trap che verrà certamente percorsa qui in avanti.

UNA DIREZIONE GIUSTA| LA RECENSIONE

Sarebbe riduttivo etichettare “Una direzione giusta“, il nuovo singolo di Tha Supreme con Neffa pubblicato il 30 luglio per Columbia/Arista Sony, semplicemente come un ponte tra due generazioni diverse. Perché è davvero molto di più.

Il misterioso trapper infatti, sempre più creativo, ha dato origine a una intuizione oltremodo significativa, rivisitando a suo modo (e “coinvolgendo” anche il suo alter ego Yungest Moonstar) un brano culto dell’ex Sangue Misto, “Lontano dal tuo sole“, datato 2009. Un passaggio di meravigliosa bellezza quello del cantante bolognese, incentrato su un uptempo rarefatto su sorgente elettronica, impreziosito da una melodia votata alla malinconia.

Tha Supreme in questo passaggio compie un’operazione particolare, da una parte stravolgendo quasi tutto, come testimonia l’incipit del pezzo, in cui canta il ponte originale a tutto autotune, dall’altra rimanendo a suo modo molto fedele all’approccio primigenio, coperto sempre da una patina di tristezza.

Magnifico il contributo di Neffa, il quale si è messo in gioco con aggraziata raffinatezza eseguendo per primo la sua strofa, rigorosamente inedita. Interessante la sezione di Thasup, alle prese sia con nuove metriche che con l’inciso del 2009, impregnato del suo stile surfante e avvolgente che segna quasi un percorso inedito per l’Italia, quello di questo ibrido tra trap e inflessioni sempre più soul che potrebbe far avvicinare tanti giovani ascoltatori a un genere ancora non troppo conosciuto all’interno dei nostri confini, ma che ha già mostrato negli ultimi due anni un potenziale altissimo. Incrociamo le dita.

VOTO:  9

AGGETTIVO:  IMPATTANTE

ARTISTA: Yungest Moonstar, Tha Supreme e Neffa

SINGOLO: UNA DIREZIONE GIUSTA

ETICHETTA: COLUMBIA/ARISTA/SONY

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Nu Genea: “Marechià” 155 anni dopo è ancora pieno di vita

Venerus e Mace, Brazil: un mondo a parte