MATERIALE DOMESTICO | LA RECENSIONE

Il “best of” è una tappa immancabile per ogni artista, soprattutto se come nel caso di Nada Malanima si ha alle spalle una carriera cinquantennale, cominciata quando allora sedicenne fece il suo esordio a Sanremo con “Ma che freddo fa” e scandita da tantissime hit. Nel volgere il suo sguardo all’indietro, però, la cantante livornese ha scelto una via più originale e inconsueta rispetto alla tradizionale “compilation” tratta dai vari lavori del passato.

Nada infatti ha aperto i cassetti di casa sua e messo su (doppio) disco provini e prime incisioni in arco temporale che copre il periodo 1986-2007. Un’operazione, questa, che permette di riascoltare tutti i brani che compongono la track list sotto una prospettiva inedita, mettendo più la luce sull’anima dell’artista e la sua necessità espressiva del momento più che non sul prodotto finale riveduto e corretto in fase di produzione. Al punto che alcune canzoni, rispetto a quelle da tutti conosciute e finite sui dischi, hanno parti di melodia o passaggi testuali diversi. Inoltre, proprio questa purezza di registrazione permette di tracciare in maniera perfetta e precisa l’evoluzione vocale dell’artista nel corso di oltre vent’anni.

A completare il disco anche quattro brani sin qui rimasti inediti: “Come una roccia”, datato 1995, “Ho perso la testa” (2000), “Fuga di gas” (1996) e “Berlino” (1988). In contemporanea al disco è uscita anche l’autobiografia dell’artista, edita da Edizioni Atlantide e intitolata nel medesimo modo: due perle per gli estimatori della cantante di Rosignano, ma anche un ottimo punto di partenza per provare a conoscere e apprezzare una delle più rappresentative artiste della scena musicale nostrana.

VOTO: 7/10

AGGETTIVO: ORIGINALE

TRACKLIST

CD1

Dove sono i tuoi occhi
Due giorni al mare
Una pioggia di sale
Alzati all’alba
L’estate sul mare
L’ultima festa
Sonia
Il tuo dio
La mia anima
Chiodi
Distese
Luna in piena

CD2

Senza un perché
Asciuga le mie lacrime
Tutto l’amore che mi manca
Giulia
La musica antica
Ho perso la testa (inedito)
Come una roccia (inedito)
La gallina
Guarda quante stelle
My love
Berlino (inedito)
Fuga di gas (inedito)

ALBUM: MATERIALE DOMESTICO

ARTISTA: NADA

ANNO: 2019

ETICHETTA:WOODWORM

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 


Musica Italiana, Recensioni. Egreen, “OG’s”: l’old skool non invecchia mai

Celeste, è nata una stella? La Compilation 1.1