L’estate più pazza del mondo si sta avviando, lentamente e stancamente, alla sua conclusione, e con lei anche le relative hit, riuscite o meno, stanno pian piano abbandonando gli airplay radiofonici lasciando spazio alle nuove creazioni settembrine.

Diciamo più o meno riuscite perché, come abbiamo abbondamene ribadito in queste pagine diverse volte, costruire un tormentone vincente è tutto fuorché semplice. Bisogna trovare la giusta amalgama tra parole, semplici ma ficcanti, produzione, che deve seguire una determinata linea aggiungendo qualcosa in più e, soprattutto, hook, quel gancio micidiale in grado di farti entrare la canzone in testa senza farla uscire più. Tre fattori di straordinaria importanza, spesso però generati in serie, tanto da risultare ripetitivi e telefonati, un po’ come è successo, tra tanti, a Napo, il talento ex Amici Luca Napolitano, con “Movida“, singolo pubblicato il 16 luglio 2020 per DA 10 Production-Believe Digital.

Il pezzo, il secondo del nuovo promettente progetto dell’artista dopo la relase di “Supereroe” si appoggia infatti sulla formula sicura: ci troviamo infatti di fronte al classico stereotipo estivo musicale, con il suo sound danzereccio inflazionato e il testo scanzonato che esprime la voglia di divertirsi e di lasciarsi andare (specie dopo il periodo di isolamento che abbiamo dovuto attraversare).

Due caratteristiche che così come sono state incise, diciamolo, non bastano più: dopo tanti anni infatti, appare chiaro che optare sull’usato sicuro risulti totalmente inefficace. Guardiamo i tormentoni che si sono presi la scena quest’anno: “Karaoke” dei Boomdabash e Alessandra Amoroso ha un hook (e soprattutto) una produzione martellante e ipnotica. “Ciclone” di Takagi e Ketra sfrutta la retromania anni 90 latineggiante in un tappeto strutturatissimo a servizio di Elodie. La stessa Elodie con la personale “Guaranà” ha convinto grazie a un beat eccezionale prodotto da Dardust. Baby K ha optato per la strategia Chiara Ferragni, facendo diventare virale più che la canzone in sé la frase dell’influencer “Questo è il pezzo mio preferito” e il video palesemente brandizzato. Giusy Ferreri & Elettra Lamborghini, nonostante un episodio al di sotto delle aspettative come “La isla, si sono spalleggiate a vicenda destando curiosità con la loro collaborazione inedita.

Insomma, oggi serve qualcosa in più della canzonetta estiva leggera. Ma Napo, che certamente non è il primo che passa, lo sa. E in futuro potrebbe anche stupirci.

VOTO: 6/10

AGGETTIVO: BANALE

https://www.instagram.com/p/CE0CCjtqmZZ/

TESTO

Il braccio dal finestrino
Che voglia di partire
Tutte le facce abbronzate
Ma chi ci va a dormire
E l’autostrada del sole
Insieme alle zanzare
Datemi un sorso d’estate per dimenticare
Voglio respirare
E non pensare a niente
Fino a settembre
Nonostante tutto
Lo merito di brutto
Un posto senza tempo
E tutto il resto spento
Un tuffo dove l’acqua è più blu
Niente di più, di più, di più
E sentirmi libero
Nella movida
Fuerte in uno stadio
Che fa oh oh oh
Sono in equilibrio
Nella mi vida
Ballo con la radio
Che fa oh oh oh oh
Il mare mosso dal vento
I piedi nella sabbia
Il tuo profumo sul letto
E la mia testa che viaggia
Metto gli occhiali da sole
Mi devo rilassare
Datemi un sorso d’estate, carte e biliardino
Voglio esagerare
Non voglio fare niente
Da qui a per sempre
Tanto dopo…

ARTISTA: NAPO

SINGOLO: MOVIDA

ANNO: 2020

ETICHETTA: D10 PRODUCTION-BELIEVE

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Classifiche FIMI, week 37: raddoppia la voglia di Harry Styles, il rap salva D’Alessio e Riki ritorna in vita

Recidivo, “Cascasse il mondo”: torna il rap rock politicizzato