Cover singolo "Sangria"

Nel marasma dei tormentoni estivi italiani della stagione più assurda del 2020, quella della convivenza del divertimento con il Covid-19 (billionaire edition), ha cercato di inserirsi anche lei, Emma Muscat. La cantante ex Amici ha infatti pubblicato il 3 luglio per Warner Music italy “Sangria“, hit con la collaborazione di Astol.

È arrivato il momento di dire basta alle assonanze tra bevande o presunti drink e cocktail nelle canzoni che vengono mandate in radio da maggio a settembre. Non ne possiamo più; specie se inserite in brani piatti come quello in questione. Sì perché il problema della pezzo di Emma Muscat – apprezzatissimo dal pubblico tanto da raggiungere più di 7 milioni di visualizzazioni su YouTube nel giro di un mese – non sta certamente nel contenuto inflazionatissimo o nelle figure retoriche elementari e telefonate (“Il sole dentro la sangria“, aiuto), ma nella produzione fin troppo ovvia e nelle soluzioni melodiche trite e ritrite, simili in alcuni versi alle atmosfere create da Gigi D’Alessio nei brani dance di inizio anni 2000 (opinabile se positivo o negativo). Il contributo del rapper non migliora l’andazzo.

Non si tratta di un brano brutto, per carità, ne abbiamo ascoltati di peggiori. Tuttavia “Sangria” entra a far parte di quella rosa di “tormentoni” prettamente anonimi e predefiniti, che vengono magicamente dimenticati in un batter d’occhio con l’avvento dell’autunno e quindi riproposti, poveri noi, con altre parole l’annata successiva. Speriamo almeno con più fantasia.

VOTO: 5/10

AGGETTIVO: INFLAZIONATA

View this post on Instagram

It was a beautiful December evening in Milan ?

A post shared by Emma Muscat (@emmamuscat_official) on

TESTO

Quanto manca
Non ci vediamo da un po’, il tempo non passa
Ma per raggiungerti ora mi sa che sbaglio via
Tanto so che ogni strada fino all’alba
Mi porta dritta alle tue labbra, quindi tu aspetta
So che mi fai male
Sei un chiodo fisso al cuore
Ma ho voglia di passare questa notte insieme a te
Che questo monolocale diventa un lungo mare
Togliamoci le scarpe e poi facciamo ciò che vuoi
E adesso balla un po’ con me
La musica ci porterà con sé
La tua mano è nella mia
Ma come per magia
Mi baci e poi vai via
Col sole che tramonta in un bicchiere di sangria
Io sono il segreto di un bacio a cui pensi
Mentre ti addormenti con lui
e io sono il senso di colpa di un livido che dolcemente sale
Sono galante e quindi te lo chiedo
Vuoi venire a ballare con un bandolero
Io già sento il caldo
Regge poco la scusa dell’alcol
Io non sono un santo e non mi faccio pregare
Se chiami il tuo viso d’angelo io sono le ali
E una rosa nel letto, un amante perfetto
Il nome che non scordi più
Astol who
E adesso balla un po’ con me
La musica ci porterà con se
La tua mano è nella mia
Ma come per magia
Mi baci e poi vai via
Col sole che tramonta in un bicchiere di sangria
Balliamo insieme fino a mattina
Solo con te io riesco a sentirmi più viva
Più scende giù e più la testa mi gira, baby
Guardando il tramonto insieme bevendo sangria
E adesso balla un po’ con me
La musica ci porterà con sé
La tua mano nella mia
Ma come per magia
Mi baci e poi vai via
Col sole che tramonta in un bicchiere di sangria
Col sole che tramonta in un bicchiere di sangria 

ARTISTA: EMMA MUSCAT feat ASTOS

SINGOLO: SANGRIA

ANNO: 2020

ETICHETTA: WARNER MUSIC ITALIA

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS