Si intitola “Disarm” il nuovo album strumentale della pianista e compositrice Roberta Di Mario dedicato al concetto di “disarmo” e all’apertura nei confronti ell’altro. Disponibile dall’8 novembre.

È uscito l’8 novembre Disarm, il nuovo album della compositrice e pianista Roberta Di Mario. Pubblicato e distribuito da Warner Music Italy, si tratta di un progetto di pianismo contemporaneo; un concept album che racconta del dis-armarsi, in ogni senso e direzione.

Il quarto album in studio di Roberta Di Mario è stato anticipato dal brano Valzer in A minor e vanta la partecipazione di illustri artisti come la scrittrice Alessandra Sarchi, finalista nella cinquina al Premio Campiello 2017, che ha scritto i testi recitati, con tre intermezzi narrativi, da Andrèe Ruth Shammah; grande protagonista del teatro italiano.

In questo momento particolarmente complesso, dove si ergono muri e ci si chiude al dialogo e all’inclusione, “la pianista ribelle” Roberta Di Mario vuole lanciare un messaggio diverso, in contrasto con tali dinamiche. Disarm è infatti un invito in musica alla speranza contro i soprusi; un viaggio che dalla paura porta all’apertura.

Il disco si compone di quindici tracce. Undici sono completamente inedite e sono state composte, arrangiate e interpretate dalla stessa Di Mario. Brani in cui c’è una forte “cooperazione” tra musica e parole. La musica si disarma, si concede e dà valore e potenza alla parola; allo stesso tempo la parola si concede e restituisce valore e potenza alla musica.

“Disarm è il mio album migliore, il più maturo sicuramente, come così dev’essere. Sperimento nuove sonorità – racconta Roberta Di Marioe in controtendenza con il minimalismo pianistico di oggi non mi sottraggo talvolta a passaggi complessi, che non sono certo virtuosismi fini a sé stessi. Lascio però spazio a grandi distese, a pause e silenzi, alla parola e alla voce. In fondo il significato del disarmo e l’abbandono è proprio questo: concedersi all’altro e concedere. Disarmati, lascia che sia!”.

Diplomata con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore al Conservatorio di Parma, Roberta Di Mario include tutto il possibile nel suo mondo creativo: teatro, musical, jazz, pop, ambient, soundtrack, elettronica creano in lei uno stile con una particolare cifra distintiva. Debutta nel 2011 con il suo primo album “Tra il tempo e la distanza” (Alfa Music), seguito nel 2014 da “Lo stato delle Cose” (Irma Records). Nello stesso anno compone “Hands”, soundtrack per il film ‘Vivere il mondo di Botero’ eseguita in occasione della mostra internazionale di Botero in Italia e Giappone, e apre la mostra di arte indiana alla Biennale di Venezia con India the reveald mysteries.

Tracklist Disarm | Roberta Di Mario

  • Le Présage
  • A collective consciousness
  • Voice 1
  • Disarm
  • Valzer in a minor
  • Pure
  • Anatomy of a sound
  • Voice 2,
  • Empty room
  • Leda and the swan
  • Gerundio
  • Answer to a composer
  • Voice 3
  • A New beginning
  • Disarm piano solo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Musica Italiana, Nuove Uscite. Raf, di padre in figlio. Con Samuele scrive e canta “Samurai”.

Musica, X Factor 2019. Le classifiche degli inediti: si profila la sfida tra Giordana e Nicola per evitare l’eliminazione