Il baule infinito delle canzoni di Natale si arricchisce di una nuova perla. Si intitola “Navidad de los pobres”, è uscita lo scorso 18 dicembre ed è firmata Cacao Mental. La band, nata a Milano ma idealmente cresciuta a Lima in Perù, è composta dal cantante peruano Kit Ramos, dal produttore e trombettista Iasko de Gama, al secolo Stefano Iascone, e dal chitarrista Marco Pampaluna.

Accompagnati dall’Orchestra della Centrale di Cuneo, con la direzione e l’orchestrazione di Stefano Iascone, i Cacao Mental hanno reinterpretato il brano che appartiene alla tradizione natalizia latino americana.

L’esperienza della cumbia, storico canto e danza colombiana, incontrano, per la prima volta nella storia di questo genere, le sonorità orchestrali. E attraverso la narrazione del videoclip, girato all’interno del Teatro Civico Toselli di Cuneo, l’originale cover diviene anche pretesto e occasione per fotografare un settore, quello della cultura e dello spettacolo, in grave difficoltà e impoverimento culturale, ancora prima che economico, anche (ma non solo) a causa dell’attuale pandemia.

“Navidad de los pobres” è stata pensata come un pensiero-regalo per l’occasione, da diffondere e regalare a sua volta.

 

Tra i principali esponenti della Cumbia in Italia, i Cacao Mental hanno già all’attivo una collaborazione con Jovanotti che li ha scelti per la scrittura del brano Fiesta (incluso nel suo disco per il tour estivo Jova Beach Party) e per la versione, in chiave cumbia, di “Caruso” di Lucio Dalla realizzata per l’iniziativa I love My Radio, che non ha però convinto la critica musicale italiana.

I CACAO MENTAL PARLANO DI “NAVIDAD DE LOS POBRES”

Solo una cancion para regalar por que es muy pobre la navidad” affermano i Cacao Mental, che per l’uscita del singolo hanno aperto una pagina dedicata sul loro sito, dove poter scaricare la pallina natalizia con la grafica del singolo da regalare e condividere.

“Navidad de los Pobres” spiegano: “nasce come una canzone regalo, un pensiero dedicato ai poveri e destinato a tutti. Noi Cacao Mental vediamo la Cumbia come lingua ancestrale per dialogare con la purezza del nostro Io interiore, il nostro Io innocente ed entusiasta, prima della maturità calcolatrice che fa di noi persone compromissibili.

La canzone è un’offerta di sollievo in questo Natale difficile per chi sta perdendo e per chi ha già perso, ma soprattutto, per chi non ha mai avuto.

Da musicisti che vivono il vuoto, abbiamo deciso di realizzare questo brano insieme, in modo corale, con l’idea di regalarlo, per rivolgere un pensiero a chi, in questi momenti difficili, patisce, ed ha sempre patito, ancora più di noi. I los pobres della canzone sono dovunque, sono il comun denominatore sociale di razze e popoli: i poveri stanno dappertutto.

Il regalo è tutto nella canzone: un momento di illusione e leggerezza che solo la musica può rendere reale, un volo emozionante nei suoni ricchi e lussureggianti di un’orchestra sul ritmo che ci ispira e a cui siamo consacrati, la cumbia. 

Come in ‘Miracolo a Milano’, vorremmo che questo brano potesse essere, se pur nei suoi tre minuti di durata, come la colomba magica del film ed esaudire un sogno, per chi è lontano, per chi non può, per chi avrebbe desiderato. E soprattutto, per cancellare anche solo col pensiero il silenzio assordante che si è impossessato dei teatri e delle sale da concerto. Possiamo farlo soltanto in un modo, suonando. 

Attraverso una serie di lettere aperte, che verranno pubblicate sui nostri canali di comunicazione, invieremo la canzone ad una serie di ONG e di Grandi Destinatari (governi europei, sudamericani, alla Santa Sede e a Joe Biden, e anche ai governi sovranisti), ognuno dei quali avrà un messaggio e un senso diversi, mentre la canzone rimarrà comunque un regalo da diffondere, da ascoltare ed essere regalato a sua volta”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da cacao mental (@sexycacaomental)

CACAO MENTAL | BIOGRAFIA

Cacao Mental, uno show come una cerimonia tribale di animismo tecnologico, party selvaggio e immersivo, esperienza acustica costruita attraverso l’uso esteso di improvvisazione e suoni artificiali per costruire un paesaggio acustico ricco come una jungla: la voce dello sciamano sopra il martellare di grooves elettronici circondati da trombe e chitarre lisergiche. Suggestioni, omaggi espliciti a mariachi, citazioni cinematografiche, cavalcate psichedeliche e riferimenti alla cultura pop che hanno sostituito le allegorie dell’uomo primitivo nel subconscio dell’uomo moderno. Ogni spettacolo di Cacao Mental è uno show unico, è uno stato mentale sulla frequenza della Cumbia.

ORCHESTRA DELLA CENTRALE | BIOGRAFIA

L’Orchestra della Centrale è un progetto dell’Associazione “La Centrale”, attiva dal 2019, con l’obiettivo di creare ambienti di espressione culturale caratterizzati dall’unione di diversi contesti artistici. Unire le arti e formare un grande spettacolo dal vivo dove arti sonore, visive, danza, recitazione, poesia, possano collaborare e portare lo spettatore a percepire maggiormente un senso di opera d’arte totale. Le scelte nel repertorio e nelle collaborazioni sono date, infatti, dalla ricerca di sfumature e sonorità sempre nuove, accattivanti, che possano avvicinare nuove persone agli spettacoli dal vivo. In questo periodo storico particolarmente difficile abbiamo comunque avuto la possibilità di iniziare la nostra avventura realizzando una stagione concertistica con spettacoli che variavano dalla musica classica al tango, dalle opere per bambini alle colonne sonore fino ad arrivare ad uno spettacolo in live streaming, “Stasera Non Viene Nessuno”, nato per dare voce al mondo dei lavoratori dello spettacolo duramente colpiti dal lockdown.

 NAVIDAD DE LOS POBRES | CREDITI 

  • Produzione, mix e mastering realizzati a cura di Stefano Iascone presso il Cash_Hero_Studio di Milano
  • Registrazione dell’orchestra a cura di Daniele Crocchioni presso VARCO & Auditorium Foro Boario di Cuneo
  • Autori e compositori: Cabrera Flores Toribio Carlos, Morochucho Flores, Chino Madera, Castellón Campos Mario , Loubet Gustavo Miguel, Quique Loza
  • Etichetta: La Tempesta Sur
  • Distribuzione: Believe
  • Lineup:

Kit Ramos – voce

Stefano Iascone – tromba

Marco Pampaluna – chitarra

Marta Tortia, Francesco Gilardi, Sara Cesano – violino

Giorgia Lenzo – viola

Chiara Di Benedetto, Milenza Punzi – violoncello

Davide Repetto – contrabbasso

Daniele Danzi – marimba e percussioni

NAVIDAD DE LOS POBRES | TESTO

Junto a la mesa sentados ya

los 5 niños papa y mama

humildemente van a esperar

al niño santo que nacera

 

y si no hay turron, hay un corazon

nada que tomar, mucho para amar

una sonrisa para empezar

por que es muy pobre la navidad

 

Navidad de los pobres

que feliz navidad

Navidad de los pobres

que feliz navidad

 

Junto a la mesa sentados ya

los 5 niños papa y mama

humildemente van a esperar

al niño santo que nacera

 

y sin panetòn existe una canción

y si no hay amor, hay una illusion

una canción para regalar

porque es muy pobre la navidad

 

Navidad de los pobres

que feliz navidad

Navidad de los pobres

que feliz navidad

NATALE DEI POVERI | TRADUZIONE

Insieme a tavola, seduti già

I 5 bimbi, papà e mamma

umilmente stanno aspettando

il bambino santo che nascerà

 

e se non c’è il torrone, c’è il cuore

niente da bere, molto da amare

un sorriso per cominciare

perché è molto povero il Natale

 

Natale dei poveri

che buon natale

Natale dei poveri

che buon natale

 

Sono già seduti attorno al tavolo

i 5 figli papà e mamma

umilmente aspetteranno

il bimbo santo che nascerà

 

e senza panettone, c’è una canzone

e se non c’è amore, c’è un’illusione

una canzone da regalare

perché è molto povero il Natale

 

Natale dei poveri

che buon natale

Natale dei poveri

che buon natale

CACAO MENTAL | BIOGRAFIA

2014 – Kit Ramos e Stefano Iascone dopo aver consumato una bottiglia di rum iniziano a scrivere cumbie.

2017 – Marco Pampaluna si unisce al gruppo che inizia ad esibirsi dal vivo. “Tingo Maria” apre la prima compilation Istituto Italiano di Cumbia (La Tempesta Dischi).

Pubblicato “Mercante”, scritta in collaborazione con la band peruviana La Inédita.

2018 – Esce ”Para Extrañas Criaturas”, una sintesi della ricetta compositiva che dalla cumbia si muove verso la psichedelia. La band è in tour in tutta Italia.

“Que el Viento Borró Tus Manos”, la versione di Cacao Mental del classico di Emilio del Guercio, apre Istituto Italiano di Cumbia vol.2 (La Tempesta Dischi).

2019 – I Cacao Mental curano la scrittura musicale e la produzione di “Mortacci Tua” con MYSS KETA per il suo album “Paprika”, scrivono e collaborano per “Astrocumbia” con The Sweet Life Society per il loro album “Manifesto!”

Scrivono “Fiesta” insieme a Jovanotti che la inserisce nel suo disco per il tour estivo “Jova Beach Party”. Si esibiscono al Jova Beach Party a Linate.

2020 – “Bandera Blanca” viene pubblicata ad Aprile 2020 con un video realizzato da Paulonia Zumo, e Jovanotti li chiama per produrre interamente la sua versione in cumbia di “Caruso” di Lucio Dalla per l’evento radiofonico I Love My Radio.

CACAO MENTAL | FORMAZIONE

CUMBIEROS

Stefano Iascone: trombettista, produttore, compositore e arrangiatore, eclettico polistrumentista e inventore di suoni, ha masticato generi musicali di ogni tipo: patchanka, world music e ska-core, realizzando dischi e tour insieme a Roy Paci & Aretuska, Figli di Madre Ignota, Shandon, Solidamór. Cacao Mental è un importante punto di arrivo e di svolta, dopo una costante e meticolosa ricerca di sonorità sia in studio che dal vivo.

Kit Ramos: originario di Tingo Maria, una città ai confini della foresta Peruviana, inizia la carriera di cantante da giovanissimo, assimilando repertorio mariachi, salsa, flamenco e formazioni di cumbia. Ha portato il suo stile vocale inconfondibile dal sud America nel 2002 a Milano, dove vive oggi. Ha suonato con varie formazioni, tra cui Tren Del Sur e Mariachi La Plaza, dove ha conosciuto Stefano Iascone, e da questo incontro ha iniziato la sua trasformazione a shamano cumbiero, una sintesi di differenti attitudini e vocalità, fuse in uno stile unico, viscerale e primitivo.

Marco Pampaluna: chitarrista e compositore con una lunga militanza nei Figli di Madre Ignota, ha collaborato con Banda Osiris per la realizzazione di colonne sonore, tra cui Qualunquemente, e con Firewater. Ha portato in Cacao Mental suoni e sapori che vanno dal Tex-Mex a Duane Eddy, echi psichedelici e suoni alieni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da cacao mental (@sexycacaomental)

Chicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT


Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Mariah Carey continua ad essere la regina del Natale tra evergreen e nuove uscite

Buon compleanno Marco Mengoni! Ecco la playlist per i suoi 32 anni