È uscito “Playlist”, il nuovo brano del cantautore piacentino Daniele Ronda, disponibile in digital download e sulle piattaforme streaming. Intrecciando chitarre acustiche e chitarre elettriche quel che ne viene fuori è l’approccio di chi mira ad un’ottima performance live, al palco. Il brano è il primo estratto dal nuovo album dell’artista che uscirà nei prossimi mesi.

DICHIARAZIONI

Daniele Ronda ha raccontato, riguardo la sua canzone, che a volte “è possibile, spesso necessario, prendersi una pausa dal mondo, apprezzare a pieno questi ‘momenti sospesi’ e scegliere con molta cura con chi trascorrerli. Poi le scadenze, gli impegni e tutto il bene e il male di questa frenesia saranno lì fuori ad attenderci e noi ancora pronti a ributtarcisi dentro”. Parole che sembrano perfette per il momento critico che la popolazione mondiale sta vivendo a causa delle misure di contenimento attuate per contrastare la pandemia di Coronavirus.

VIDEO

Il videoclip, per la regia di Massimo Albasi, ha visto la partecipazione della modella e influencer Mercedesz Henger. La sequenza di immagini  la location è una scuola di danza) è un continuo alternarsi di scene live con Daniele Ronda e la sua band, e di altre in cui la protagonista femminile, omaggiando il film “Flashdance”, interpreta una ragazza con il grande sogno di danzare, immersa in un intenso allenamento, in una sfida con se stessa.

TESTO

Fuori sembra la fine del mondo
E invece è solo domenica e
Tu sei il posto migliore dove scappare
Là fuori sembra la fine del mondo
E mentre gli altri si rincorrono
Noi teniamo a distanza
Chi non ha ancora capito chi siamo
Perché
Quello che ci serve
È tutto in questa stanza
È tutto qua
Gli occhi, la pelle le mani
Una playlist con duecento canzoni
Qualche birra ghiacciata nel frigo
Noi sul divano
A mischiare parole e respiri
Poi ti rialzi però ti vergogni
E così t’infili la mia maglietta
Vuoi una sigaretta
Vuoi una sigaretta
Siamo la faccia ostinata del mondo
Quella che non si addomestica
Quella che non ha paura della paura
Le mattinate bruciate da notti infuocate
Le porte solo socchiuse sulle storie passate
E l’arroganza di chi vuole sempre di più
Ma oggi qui ci sono io e ci sei anche tu
E tutto il resto resta
Fuori da questa stanza
E aspetterà
Gli occhi, la pelle, le mani
Una playlist con duecento canzoni
Qualche birra ghiacciata nel frigo
Noi sul divano
A mischiare parole e respiri
Poi ti rialzi però ti vergogni
E così t’infili la mia maglietta
Vuoi una sigaretta
Vuoi una sigaretta
E lo sai
Quello che ci serve
Oggi è tutto in questa stanza
È tutto qua
Gli occhi, la pelle, le mani
Una playlist con duecento canzoni
Qualche birra ghiacciata nel frigo
Noi sul divano
A mischiare parole e respiri
Poi ti rialzi però ti vergogni
E così t’infili la mia maglietta
Vuoi una sigaretta
Vuoi una sigaretta

DANIELE RONDA | CHI È

Daniele Ronda inizia a studiare canto da adolescente. Partecipa a numerosissimi concorsi canori musicali, locali, nazionali ed internazionali, ed è proprio durante queste partecipazioni che Daniele conosce il suo primo team di produzione. La prima squadra con cui lavora comprende: Alfredo Cerruti (manager e produttore discografico), Marco Marati (manager e produttore discografico), Dado Parisini (produttore artistico ed arrangiatore), Marco Salom (produttore discografico, video maker e regista). Con loro inizia un percorso di lavoro che lo porta alla scrittura di due brani interpretati da Nek.

Nel 2004 pubblica il singolo di debutto “Come pensi che io”, che entra nella compilation del Festivalbar. Lo slancio di credibilità lo ottiene nel 2008 per l’aver firmato la musica di “Baciami adesso”, sul testo colto e poetico di Pasquale Panella, per il Festival di Sanremo della diva iconica Mietta, per cui scrive altri due brani.

Nel 2010 prende la decisione di riprendere il lavoro su se stesso, a tempo pieno, ripartendo dalle proprie origini. Da lì nasce il primo album: “Daparte in folk”, nel quale sono stati presentati i duetti con Davide Van De Sfroos e Danilo Sacco. Con questo disco Daniele riceve numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio MEI come miglior album folk, e soprattutto insieme alla sua band, iniza la sua prima tournè che dura per oltre un anno con più di 100 concerti in tutta Italia, con tappe internazionali a Londra, Parigi e diverse zone della Svizzera.

Nel 2012 esce un nuovo album, dal titolo: “La sirena del Po” e nel 2014 è la volta del terzo disco di inediti, “La Rivoluzione”, che segna un percorso ed un’evoluzione sonora tesa ai live. L’album entra dopo una sola settimana nella classifica ufficiale di vendite FIMI e nella top 10 tra gli indipendenti. Subito dopo l’artista piacentino viene invitato, per due anni consecutivi, a partecipare al Concertone del Primo Maggio a Roma. Il 2016  è decisivo per la carriera musicale e artistica del cantautore. Con suoni più commerciali, escono  i singoli “Apri le gambe amore mio” e “Che spettacolo è”, che entrarono nella classifica nazionale dei singoli più venduti su iTunes. Il tour #daquisiriparte porta Daniele e la sua musica in oltre 50 città italiane. Nel 2017 pubblica il nuovo CD di brani inediti “A Beautiful Mind” e inizia il nuovo tour, con la band rinnovata che prosegue con più di 100 date in tutta Italia.

https://www.instagram.com/p/B_hSkibofjV/?utm_source=ig_web_copy_link


Chicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Tutto pronto per il Festival Day: domani al via la kermesse. Ad aprire l’evento sarà il Bergamo Jazz Festival

La Comunità Islamica pressa Conte: “Basta vaghezza, chiediamo misure ad hoc per pregare”