nadia rose

di Arianna Caracciolo

La giovane rapper britannica Nadia Rose è la cantautrice di Croydon, (Londra), che ha conquistato, nel 2017, il quinto posto nella Shortlist of Sound della BBC, la classifica che mette in mostra gli artisti emergenti.  Cresciuta nel Whitehorse Road Estate a Croydon, Nadia Rose ha studiato musica e gestione musicale all’università di Londra ed è la cugina di Michael “Stormzy” Omari, che viveva proprio in fondo alla sua via.

Nadia Rose ha pubblicato il suo EP di debutto “Highly Flammable” il 13 gennaio 2017 con la Sony/ Relentless Records, seguito dai singoli di successo “Station”, “BOOM” e “D.F.W.T” e “Skwod”. Nel 2017 ha anche scritto canzoni per Rihanna e nel 2018 ha pubblicato la traccia WUT2 ed è apparsa in uno spettacolo di “passerella”, di Stella McCartney a Milano, durante la settimana della moda.

Nel 2019, Nadia ha preso parte a una campagna per incoraggiare le persone delle minoranze etniche a registrarsi per votare alle elezioni generali del Regno Unito.

Accanto a Little Simz e Lady Leshurr, fa parte di un’ondata di voci femminili nel mondo dell’hip-hop inglese, dominato dagli uomini. Cinque anni fa, la 26enne studiava per una laurea in musica mentre lavorava su turni di 12 ore, per un negozio di scommesse a Londra. Nel suo tempo libero Nadia Rose scarabocchiava i testi mentre i coetanei maschi – Section Boyz, Bonkaz e suo cugino Stormzy – stavano iniziando a sfondare nel Regno Unito. Il suo video rivoluzionario, Station, è stato girato, senza permesso, in una stazione ferroviaria locale, con Nadia che ballava sui binari, sullo sfondo di un treno in arrivo.

Più recentemente, il colorato e funky singolo Skwod ha visto la rapper conquistare le strade di Londra con una banda di ragazze, in una coreografia stile Beyonce. Nadia ha parlato in diverse interviste della sua educazione a Croydon, dei rapper che segue e del perché ha letto il dizionario da bambina. La sua parola preferita è “Antidisestablishmentarianism”, una delle parole più lunghe della lingua inglese ed è noto che da bambina leggeva spesso il dizionario. “Stavo imparando a conoscere i sinonimi, adoro usare un’altra parola per dire la stessa cosa. E da lì mi  sono appassionata all’uso delle parole.”

Il suono della sua musica è davvero basso, duro, da dancehall, hip-hop, insomma divertimento puro. La maggior parte delle volte non scrive nemmeno i testi o le battute. “È tutto nella mia testa, davvero.” – afferma la rapper. Crescendo Nadia Rose si esibiva in continuazione. Non per forza sul palco ma soprattutto per eventi in famiglia, come anche in ascensore, sul lato di una strada, ovunque.

Il padre di Nadia Rose era anche lui un MC. Ha svolto un ruolo enorme nella sua crescita artistica oltre che personale. “Mio padre aveva un gusto musicale piuttosto eclettico – racconta Nadia – ascoltavamo sempre Sizzla, Buju Banton, un sacco di reggae della vecchia scuola. Ecco da dove viene quella parte della mia personalità musicale.” In termini di MC e rapper, Nadia Rose è cresciuta ascoltando le leggende della musica hip-hop, tra cui Busta Rhymes, Biggie e Tupac, Eminem, Missy, Lil Kim. Non c’erano molte MC femminili nel Regno Unito a cui riferirsi. “Beh, c’era la signora Dynamite. Vedere ciò che è stata in grado di ottenere è stato stimolante.” racconta Nadia, che a proposito dell’attuale ondata di MC femminili dichiara “E ‘un buon momento e si spera che continuerà ad aumentare.”

In un freestyle ha registrato per SB:TV ha cantato che le era stato detto di “spogliarsi e indossare il perizoma” per vendere dischi e quando le è stato chiesto se si basava su un’esperienza reale, ha risposto: “Si tratta di un’esperienza personale e delle persone che mi hanno raccontato storie di questo tipo. Come donne, in questo campo dominato dagli uomini, siamo state tutte avvicinate a qualcosa di simile ad un certo punto. Succede, ma dobbiamo essere in grado di superarlo.

Riguardo il pericoloso video girato alla stazione dei treni, Nadia ha più volte dichiarato: “E ‘stato letteralmente un caso che siamo sopravvissuti. Non c’era una vera pianificazione. Non abbiamo nemmeno ottenuto il permesso per girare il video.”

Nadia Rose che in passato aveva rivelato di non essere stata in grado di pubblicare nuova musica a causa della sua etichetta, è ora libera dai suoi legami con la Relentless Records, che le aveva impedito di pubblicare musica tra il 2017 e il 2019  . “Non riuscire a pubblicare la mia musica è stato uno dei sentimenti più strazianti che abbia mai provato. Ho avuto una grave depressione, Dio, la famiglia e la terapia mi hanno salvato.” ha scritto la rapper britannica Nadia Rose.

Ha ricominciato nel giugno dello scorso anno, pubblicando un video sottotitolato “Sugar Zaddy Freestyle” su Instagram. I fan erano in estasi. La traccia embrionale di Nadia Rose ha persino spinto un Tweet di lode da Rihanna. “Tutti sono impazziti” – afferma la rapper di Croydon – “Non era fatta per essere una canzone, ero solo vibin’ in casa mia, ma la gente è letteralmente impazzita. Sono super felice di essere sempre là fuori, dopo tutto questo tempo.” Il rilascio della versione ufficiale di “Sugar Zaddy” segna questa indipendenza discografica di Nadia Rose.

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto: facebook/nadiarosemusic