L’autore della musica di “Se io fossi un angelo” ricorda, a 8 anni dalla scomparsa, il cantautore bolognese nel giorno in cui avrebbe festeggiato, o forse no, i suoi 77 anni.

4 Marzo e “il ricordo più grosso è tutto in questo nome”: Lucio Dalla. Se non fosse stato per un attacco cardiaco improvviso, proprio oggi il folletto geniale di Bologna avrebbe compiuto 77 anni.

Quella mattina di otto anni fa, prima di portare a termine una nuova tournée europea, si consegnò ad altra vita. Fu l’ultima colazione con il suo amato compagno Marco Alemanno in un hotel di Montreux, in Svizzera. Ciononostante, da allora, Lucio si è congelato in tutti noi, come un ricordo, come una canzone.

Una delle sue canzoni che oggi risuona nell’etere, come un eco primordiale, ha come titolo il suo giorno, mese e anno di nascita: 4 marzo 1943. Ma è un’altra a riportarlo tra noi con un suono diverso. Possiede in sé la magia dell’ultraterreno e si intitola “Se io fossi un angelo”.

La musica porta la firma di Roberto Costa, suo autore, produttore, fonico e bassista storico. Con Dalla collaborerà per trent’anni e oggi, per ricordarlo, cedo a lui la parola.

LEGGI ANCHE: 8 anni “insieme” a Lucio Dalla: la playlist per stupirci

Pubblicato da Roberto Bob Costa su Lunedì 17 agosto 2015

Quattro Marzo 2020

Oggi Lux (come a volte lo chiamavamo noi) avrebbe compiuto 77 anni. Un traguardo importante ma che Lucio avrebbe snobbato con nonchalance, staccando il telefono per tutto il giorno. Detestava bonariamente il suo compleanno e soprattutto l’idea che si accorciasse il tempo che aveva a disposizione per scoprire cose nuove, per soddisfare la sua estrema curiosità nei confronti del mondo e della gente. Era un grande raccontatore di storie, quelle storie di sentimenti e legami tra le persone che ascoltava e carpiva mescolandosi alla gente per strada, nei bar, facendole diventare quei formidabili quadri musicali che pochi al mondo avevano il genio di raccontare così poeticamente.
Settantasette anni. Li avrebbe compiuti avidamente, come aveva sempre affrontato la vita e chissà, in questi otto anni di mancanza, quante storie ci avrebbe ancora raccontato. Ciao Lux.

LEGGI ANCHE: Lucio Dalla torna con la “Legacy Edition” dell’album omonimo di 40 anni fa

Clicca qui per mettere “Mi piace” al mio BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse


Diodato ha dedicato a Levante “Fai rumore”? I due ex smentiscono, ma la dedica arriva in un altro brano

Il magico (ma incompleto) incantesimo notturno di Donatella Rettore