È appena uscito “Colorado” lo scorso 29 ottobre, trentanovesima fatica del vecchio lupo solitario Neil Young, e la seconda coi suoi Crazy Horse da “Psychedelic Pill” del 2012, e già il rocker canadese ha annunciato un’altra ghiotta sorpresa per i suoi fan: nel 2020 è in arrivo l’album ineditoHomegrown”, registrato nel 1975 ma mai pubblicato da Young, che all’ultimo minuto decise di metterlo da parte per “Tonight’s The Night”. Il cantante ha spoilerato l’imminente uscita di questo autentico cimelio della produzione discografica di Neil Young con un post sul suo sito web Neil Young Archives.com, pubblicando un video che mostra il suo produttore storico John Hanlon alle prese con la lavorazione dell’album.

Il signor J. Hanlon sta perfezionando Homegrown con un procedimento completamente analogico” – scrive Young -. Questo è il modo in cui venivano registrati i dischi quando abbiamo iniziato, il modo in cui li abbiamo fatti suonare alla grande. Ci è stato detto che era impossibile farlo ora, i nastri di Homegrown erano troppo danneggiati, avremmo dovuto usare il digitale. Non ci siamo persi d’animo: abbiamo restaurato con cura i master analogici di Homegrown“.

Dell’album non è mai stata diffusa alcuna traccia, ma alcune canzoni come Love Is a Rose, Homegrown e Stars of Bethlehem sono uscite in album successivi. Altre canzoni sono trapelate nel corso degli anni o sono state suonate in concerti, tra cui Try e Homefires, mentre altre non sono mai state ascoltate prima.

 

https://www.instagram.com/p/B5TG3wGJ16q/?utm_source=ig_web_button_share_sheet

 

La tracklist dell’edizione 2020 di Homegrown non è ancora stata annunciata, ma nel video postato da Young si nota un post-it sulla console di John Hanlon con scritti i seguenti brani: Separate Ways, Try, Messico, Love Is a Rose, Homegrown, Florida, Kansas, We Don’t Smoke It, White Line, Vacancy, Little Wing e Star of BethlehemWe Don’t Smoke It non è mai stata sentita, ma è possibile ascoltarne un pezzo nel video dell’annuncio.

In attesa di questa nuova “chicca” musicale, è possibile godere dell’ultimo album di Neil Young, “Colorado”: 10 tracce registrate dal vivo in soli 11 giorni, le canzoni dell’album sono la lunga coda di un concerto che Young e i Crazy Horse hanno suonato lo scorso febbraio alla Centennial Concert Hall di Winnipeg, serata che ha convinto Young a tornare a scrivere per la sua band. L’album è stato preceduto dai singoli “Milky Way” (pubblicato il 30 agosto 2019) e “Rainbow of Colours” (pubblicato il 12 settembre 2019) ed è dedicato a Elliot Roberts, manager di Young dal 1967 che morì il 21 giugno 2019.

Ecco la tracklist di Colorado:  

1. Think of Me 
 2. She Showed Me Love 
 3. Olden Days 
 4. Help Me Lose My Mind 
 5. Green Is Blue 
 6. Shut It Down 
 7. Milky Way 
 8. Eternity 
 9. Rainbow of Colors 
 10. I Do

 

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

TAG:
Colorado Homegrown Neil Young

ultimo aggiornamento: 29-11-2019


Musica Italiana, Concerti. Niccolò Fabi: al via il tour l’1 dicembre a Ravenna. Ed è già sold out

Musica Internazionale, Cinema. Bruce Springsteen arriva al cinema con il suo “Western Stars”