Di Marta Scaccabarozzi

La fisarmonica: uno strumento con una storia e una tradizione incredibile, comune a molti Paesi. L’Italia non fa eccezione. Siamo felici, quindi, di scambiare una bella chiacchierata con Carmine Ioanna, fisarmonicista poliedrico che ha recentemente pubblicato il nuovo disco “Ioanna Music Company” per la prestigiosa etichetta Abeat Records. Buona lettura.

Un caloroso benvenuto a Carmine Ioanna. “Ioanna music company” è il tuo nuovo  disco. Come sta andando?

Grazie. sta andando molto bene, siamo in giro per un bel po di concerti, ultimi due a Castelfidardo e a Cuma, è c’è sempre tanto entusiasmo tra gli ascoltatori. Sono molto felice di questo.

Che poi questo non è “solo un disco”. Ci racconti il concept che vive dentro questo lavoro?

Ho deciso di registrarlo ad aprile 2021, c’era voglia di ripartire o almeno di sperare di poter ricominciare. Dopo mesi di isolamento ci voleva un segnale di resistenza e speranza. Ho chiamato a raccolta alcuni tra i migliori musicisti e tecnici che io conosca ci siamo rinchiusi 3 giorni in un teatro, ed è stato come ritornare a vivere. Un’emozione grandissima. Io ho scritto questi brani lasciando alla musica e alla sensibilità di chi la suona e di chi la ascolta la forza del racconto,senza alcun compromesso.

Tu suoni uno strumento con una grandissima tradizione e un fascino unico. la Fisarmonica unisce luoghi ed epoche diverse. Cosa rappresenta per te?

Io non ho memoria di me stesso senza la fisarmonica… ho cominciato a suonare a 3 anni, quindi da quando cominciano i miei ricordi, la fisarmonica è sempre stata con me, in tutte le fasi della mia vita.,ed è ancora qui. La compagna di una vita. Questo è per me.

Hai di fronte a te una persona che non conosce la fisarmonica. Quali artisti e composizioni le consiglieresti di ascoltare per capire al meglio le potenzialità dello strumento?

Sicuramente Antonello Salis e Richard Galliano. Loro segnano un solco nella storia di questo strumento. Riguardo alle composizioni, da Bach fino ai giorni nostri. Con la fisarmonica si può suonare tutto, ma davvero tutto..

Concludiamo chiedendoti quali saranno i tuoi prossimi appuntamenti dal vivo.

Sarò il 22 luglio a Lugano, il 29 a Pietrelcina, il 30 a Castelfranci, il 5 agosto al Goleto Festival, l’8 agosto a Reggio Calabria, il 21 al Festival Corto e a Capo, il 26 ad Avellino il 30 a Formia e così via fino a dicembre. Poi a inizio 2022 sarò negli Stati Uniti fino a giugno.

LEGGI QUI L’ARTICOLO ORIGINALE SUL SITO DEL MEI.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Mei

 


Rubrica, 80PARADE. Amedeo Minghi, Kylie Minogue, John Lennon, Bananarama, Raf

Rubrica: Flashlight. Ad Ibiza si torna alle restrizioni.