E’ stata venduta all’asta da Christie’s a Londra ad una cifra record la prima registrazione in studio di Bob Dylan del 1962 di ‘Blowin’ in the Wind’. Il celebre brano del cantautore statunitense è stato battuto all’asta alla cifra monstre di 482.000 sterline, pari a 1.769.500 di dollari. Lo ha reso noto la famosa casa d’aste inglese.

La prima versione di ‘Blowin’ in the Wind’ era stata registrata da Dylan nel luglio 1962. La nuova incisione del brano, invece, risale all’anno scorso: ha debuttato con Ionic Original, un nuovo formato di musica analogica sviluppata dallo storico collaboratore di Dylan, T Bone Burnett. Si tratta di un unico esemplare di alluminio ricoperto di lacca autografata dall’autore, oggi 81enne. La stima di prezzo della nuova versione del brano è tra le 600 mila e il milione di sterline.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 

 

TAG:
asta Blowin' in the wind Bob Dylan christie's

ultimo aggiornamento: 08-07-2022


I medici romani si appellano ai Maneskin: “Non fate il concerto del 9 luglio al Circo Massimo, c’è il picco dei contagi”

Amici 21, Alex aprirà i concerti di Ermal Meta. Il cantautore lo aveva proposto su Twitter durante il serale: “Ogni promessa è debito”