E’ andato in scena l’appuntamento più prestigioso nel mondo del cinema: la 94esima edizione degli Academy Awards, ricca di emozioni e di sorprese. 

Questa notte il Dolby Theatre di Los Angeles ha scintillato grazie alle star elegantissime e alle statuette d’oro massiccio che hanno decretato e premiato i migliori talenti dell’ultima stagione cinematografica.

Arianna de Bose vince il Premio Oscar come Miglior Attrice non Protagonista per il film ‘West Side Story’! Il mago Steven Spielberg ha colpito ancora e ha lanciato nell’Olimpo del cinema questa giovane talentuosissima ballerina, che arrivava da Broadway con in tasca addirittura un Tony Award (l’Oscar del teatro) per un musical, ma che non aveva mai recitato in un film.

Commovente e toccante il discorso di ringraziamento di Arianna de Bose che ha raccontato di quando era una ragazzina gay, di colore e piena di sogni e ha dedicato l’Oscar a tutti i giovani che cercano di affermare la loro identità, qualunque essa sia, perché il suo Oscar è la conferma che c’è un posto per tutti.

L’Oscar per la Miglior fotografia è andato a Greg Fraiser per ‘Dune’. Il film del regista Denis Villeneuve era caratterizzato da questa incredibile fotografia che è stata giustamente premiata.

Il Premio Oscar per i Migliori Effetti Speciali è andato a Brian Connor e al suo team per il film ‘Dune’.

L’Oscar al Miglior Film di Animazione è andato a ‘Encanto’, un omaggio alla Colombia che ha fatto sognare i bambini di tutto il mondo con questo fantastico cartone animato.

Un momento veramente emozionante è stato quando Troy Kotsur ha vinto l’Oscar come Miglior Attore non Protagonista (il secondo attore sordo a vincere la statuetta più ambita) e tutta la sala del Dolby Theatre si è alzata per ‘applaudirlo’ con il linguaggio dei segni, cioè alzando e muovendo le mani. Troy Kotsur ha dedicato il suo Oscar all’intera comunità sorda.

Purtroppo Paolo Sorrentino non ce la fa e vince il Premio Oscar come Miglior film Internazionale la pellicola giapponese ‘Drive my Car’.

Bello il lungo momento di silenzio creato dall’Academy, in supporto al popolo ucraino e al tragico momento che l’Ucraina sta vivendo.

L’Oscar per i Migliori Costumi è andato a Jenny Beavan per il film ‘Cruella’ (Crudelia), interpretato da Emma Stone. Per la Beavan questo è il terzo Oscar.

E dopo otto nominations in carriera finalmente l’attore e regista Kenneth Branagh ce la fa e si porta a casa l’ambita statuetta per la Miglior Sceneggiatura Originale del film ‘Belfast’, di cui ha curato anche la regia.

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

TAG:
notte oscar 2022 oscar 2022

ultimo aggiornamento: 28-03-2022


Arisa: Verosimile è il suo vestito migliore

LA FABBRICA DEI SOGNI di Chiara Sani. Bruce Willis si ritira dalle scene!