Di Chiara Sani

La trasposizione cinematografica di ‘PICCOLE DONNE’ è arrivata al settimo remake!

A pochi giorni dalla nascita di Louise May Alcott, scrittrice del romanzo, il film è stato presentato alla stampa americana ed uscirà negli Stati Uniti il giorno di Natale, mentre noi italiani, purtroppo, dovremo resistere fino al 6 gennaio.

Il film è stato elogiato a pieni voti dalla stampa americana e possiede tutti gli ingredienti per lasciare il segno e, soprattutto, per diventare forse la trasposizione più riuscita del celebre romanzo.

Iniziamo dalla regista: lei è GRETA GERWIG, la rivelazione dello scorso anno quando fu candidata agli Oscar per la regia di LADY BIRD, un piccolo film scritto da lei, che parlava della crisi generazionale legata al rapporto madre e figlia.

Greta, ex attrice e sceneggiatrice di molti film, decise di dirigere lei stessa la sua nuova sceneggiatura per poter curare nel dettaglio la scelta del cast e lo stile di racconto. Naturalmente il risultato fu un vero e proprio goal, a tal punto da ritrovarsi al centro dell’attenzione come candidata esordiente nella magica notte degli Oscar.

Con il suo nuovo film PICCOLE DONNE, la Gerwig ha puntato il focus su ciascuno dei personaggi del romanzo, uscendo totalmente dallo schema di tutti gli altri 6 remake della storia, in cui l’attenzione ruotava soprattutto sul ruolo principale di JO.

Questo film è assolutamente corale, sviluppa in modo equilibrato tutti i personaggi di contorno e ci permetterà finalmente di conoscere meglio AMY, BETH e MEG, la più trascurata di tutte le sorelle, che qui non saranno più satellitari a JO. La formula che Greta Gerwig ha imbastito in questo nuovo remake è quella della coralità, del gruppo e anche dell’approfondimento di un contesto sociale dell’epoca della storia.

Il cast è eccezionale e rispecchia i gusti del pubblico attuale: SAOIRSE RONAN, TIMOTHEE CHALAMET (ambedue protagonisti del film Lady Bird), EMMA WATSON (la Ermione di Harry Potter), LAURA DERN, e sua eccellenza MERYL STREEP.

Insomma, il nuovo film PICCOLE DONNE sembra un piatto davvero riuscito…  Il tutto condito dall’ingrediente più apprezzato sul mercato: una buona dose di femminismo! Non mancheranno infatti emozioni ricche di vitalità-controcorrente ed energia-ribelle, per rendere moderno e attuale un racconto senza tempo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

TAG:
Chiara Sani Piccole Donne

ultimo aggiornamento: 04-12-2019


Cinema. “Cetto c’è”: il ritorno al cinema di Antonio Albanese

Tv, Cinema. AmazonPrime: Chiara Ferragni Unposted, una “perfetta” Carrie Bradshow formato digitale