Durante un recente dibattito instaurato da James Gunn con i fan, sul suo profilo Instagram, alcune novità sono emerse sul nuovo attesissimo progetto cinematografico: il reebot di Suicide Squad.

Il regista è divenuto famoso grazie al successo mondiale di GUARDIANI DELLA GALASSIA 1 e 2 ed è già al lavoro sul terzo capitolo della serie. Oltre a curare la regia, Gunn ha scritto personalmente l’intera sceneggiatura.

Warner Bross ha deciso di cambiare completamente linea e dinamica rispetto al primo Suicide Squad che ottenne uno scarso successo, affidando al geniale regista l’intera operazione. Non sarà quindi un sequel bensì un reebot, il cui titolo esatto non sarà Suicide Squad 2, bensì THE SUICIDE SQUAD. L’unica informazione attendibile che è emersa dal totale top secret sul progetto è che James Gunn si è ispirato al fumetto degli anni ’80 di Jon Ostrander e Kim Yale, piuttosto che dalla versione che aveva ispirato il film precedente.

A grande richiesta dei fan, il regista ha spiegato l’assenza del Joker interpretato dal magistrale Jared Leto (premio Oscar per ‘Dallas Buyers Club’): Nessuno, tranne me e pochi altri, sa quali saranno i personaggi del film, ma se il Joker non è tra questi, non penso sarebbe una scelta strana dal momento che non fa parte della Suicide Squad nei fumetti”.

Oltre all’assenza di Leto, i fan non rivedranno sullo schermo sia Will Smith che Cara Delevigne. Tuttavia, molti dei personaggi della Task Force originale saranno presenti in questo sequel, come l’eroina interpretata dalla splendida Margot Robbie, che Gunn ha definito la migliore attrice con cui lui abbia mai lavorato. Confermati inoltre Joel kinnaman (Rick Flag) e Viola Devis (Amanda Waller), ma ancora di più saranno le novità nel cast, come John Cena, Idris Elba e Peter Capaldi.

Un’interessante new entry di questo cast è la giovanissima STORM REID, che è diventata famosa nel cinema mondiale grazie a successi come il fantasy ‘Nelle pieghe del tempo’ (con Oprah Winfrey e Reese Witherspoon) e nella serie drammatica per adolescenti targata HBO, ‘Euphoria’, attualmente in programmazione in tutto il mondo.

Nella chiacchierata virtuale che il regista James Gunn ha fatto con i suoi fan, ha raccontato che molti dei suoi assistenti e collaboratori più talentuosi conosciuti sul set di Guardiani Della Galassia sono stati coinvolti anche su questo set, confermando che FORMULA VINCENTE NON SI CAMBIA!

Gunn ha rivelato un piccolo segreto del suo successo come scrittore di sceneggiature, rivelando che il suo talento si è affinato giocando ai video games, perché il lavoro di attenzione, ripetizione e insistenza sui dettagli per proseguire nel gioco sono gli stessi della scrittura.

Altra informazione utile per tutti gli aspiranti sceneggiatori e registi è relativa alla scelta delle musiche durante la fase di scrittura: “Pianifico tutto mentre sto scrivendo il copione. Tutte le canzoni e musiche di Guardiani Della Galassia e Suicide Squad sono inclusi e indicati nella sceneggiatura

Gunn ha inoltre raccontato quanto tempo impiega a realizzare un film:Quando la sceneggiatura è completata, generalmente ci vogliono 8 mesi (variabile a seconda del film) di pre-produzione, 5 mesi di riprese del film sul set e poco più di un anno per montarlo e inserire gli effetti speciali”.

Ed ecco un consiglio di James Gunn per chi sogna di diventare regista: “Per dirigere bene gli attori, devi prima seguire dei corsi di recitazione. Ho studiato recitazione prima di diventare un regista, questo mi ha aiutato tantissimo a comunicare con gli attori ed aiutarli nel loro processo creativo e di immedesimazione. Una delle ragioni per cui molti attori evitano di lavorare con determinati registi è perché questi ultimi capiscono solo il linguaggio delle inquadrature più che quello della regia sugli attori

Indovinate qual è uno dei registi preferiti di Gunn? Il grande Steven Spielberg, dai cui film Gunn sostiene di aver imparato tantissimo, in particolare LO SQUALO. “Per scrivere una sceneggiatura è importantissimo documentarsi scientificamente sulla materia di cui si parla. Visitare e leggere libri sui luoghi in cui si intende ambientare la storia e guardare films dello stesso stile visivo”.

La cosa triste è che dovremo attendere il 2021 per vedere THE SUICIDE SQUAD, ma intanto abbiamo scoperto qualche segretuccio del mestiere da uno dei più geniali e preparati registi della Joung Hollywood!

TAG:
James Gunn

ultimo aggiornamento: 13-11-2019


Musica Internazionale, Concerti. Il mito Steve Gadd e le lezioni di Christian Meyer, chiusura in grande stile per il FabriJazz2019

Musica Italiana, Nuove Uscite. Claudia Megrè sogna una “Vita Su Marte” con il nuovo singolo