Seguici su

La fabbrica dei sogni

Alec Baldwin è stato accusato di omicidio colposo per la sparatoria sul set

Pubblicato

il

La procura del New Mexico ha deciso di accusare l’attore Alec Baldwin di omicidio colposo per aver impugnato la pistola da cui è partito un vero proiettile che ha colpito a morte Halyna Hutchins, la direttrice della fotografia del film western ‘Rust’, di cui Baldwin era protagonista e produttore.

Il tragico incidente sul set avvenne nell’ottobre 2021. Il proiettile sparato dalla pistola in mano all’attore colpì a morte la Hutchins e ferì il regista del film, Joel Souza.

L’assistente alla regia David Halls si è dichiarato colpevole di uso negligente di arma letale e l’addetta alla manutenzione delle armi sul set, Hannah Gutierrez Reed è stata incriminata.

Cosa succederà ad Alec Baldwin? La giurisdizione del New Mexico lo ha accusato di omicidio colposo involontario e la pena massima prevista è di 18 mesi di detenzione.

L’attore si era sempre dichiarato innocente, affermando che gli era stato detto che l’arma era ‘fredda’, vale a dire priva di proiettili vivi e che il colpo era partito senza che lui premesse il grilletto. Infatti si trattava di un’arma di scena, ma purtroppo era stata caricata con un proiettile vero.

Crediti Foto: Shutterstock.com

Segui OA Plus su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

WEB TV

Pubblicità