E’ stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario l’assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera, il leghista Massimo Adriatici, da ieri sera ai domiciliari per aver sparato ad un marocchino senzatetto di 39 anni, Youns El Boussettaoui, nei pressi di un bar nel centro del paese in provincia di Pavia.

L’assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera, Massimo Adriatici (Fonte: Facebook)

 

L’omicidio, secondo l’assessore che ha premuto il grilletto, sarebbe avvenuto “per sbaglio”, a causa di una caduta accidentale. “Ho tirato il grilletto per sbaglio, mentre cadevo, dopo uno spintone, non volevo”, si è difeso Adriatici, 47 anni, che oltre a ricoprire la carica di assessore alla Sicurezza del Comune, è anche uno stimato avvocato in zona, con un passato da poliziotto: da qui il permesso portare in giro la pistola calibro 22 dalla quale è stato esploso il colpo mortale per il senzatetto marocchino. Adriatici è stato interrogato nella notte dopo l’arresto in flagranza eseguito dai carabinieri per omicidio volontario. Ora spetta alla magistratura far luce sulle dinamiche dell’accaduto attraverso l’analisi delle  telecamere della zona (una è piazzata vicino al locale) e l’accertamento balistico.

Sull’accaduto si è subito levata la voce delle varia forze politiche, Lega in testa.  “Altro che far west a Voghera, si fa strada l’ipotesi della legittima difesa”, ha commentato il leader del Carroccio Matteo Salvini, mentre per il segretario del Pd Enrico Letta chiede a gran voce lo stop alle armi private.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

 

TAG:
Lega Massimo Adriatici sparatoria Voghera

ultimo aggiornamento: 22-07-2021


Animali domestici, la Lombardia approverà una nuova legge: nella stessa tomba del padrone

Cile, il Senato approva il disegno di legge sul matrimonio egualitario