Se gli operatori sanitari non faranno il vaccino, io sono per una forma di obbligo“. Lo ha dichiarato Walter Ricciardi, consigliere del ministero della Salute ospite della trasmissione ‘Agorà’ su Rai3. “Proteggere se stessi per proteggere gli altri”, ha detto Ricciardi, sottolineando anche che “quest’anno la campagna sulla vaccinazione antinfluenzale sta andando molto bene, l’abbiamo messa in certe regioni come obbligatoria e in alcune regioni abbiamo superato il 70%. Dunque si può, con un mix di promozione e convincimento, incentivare alla vaccinazione. Ma se questa non ha effetto, si può inserire una clausola per gli operatori sanitari e per quelli a stretto contatto con il pubblico, e rendere obbligatorio il vaccino“.

Per quanto riguarda il rischio di applicare di nuovo il lockdown totale per le feste di Natale, Ricciardi ha dichiarato ad Adnkronos che “sono necessarie misure chiare per limitare mobilità ed assembramenti, ed evitare una pressione insostenibile sui servizi sanitari”. Il timore da parte del governo di una terza ondata di contagi, infatti, è concreto e nuove misure restrittive si renderebbero necessarie perchè se continua così, per la terza ondata, “i reparti, già pieni, sarebbero strapieni”.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
vaccino Walter Ricciardi

ultimo aggiornamento: 15-12-2020


Fabio Volo contro Fedez: “I 5000 euro poteva darli usando i suoi introiti e senza diretta”

“Non ti vuoi vaccinare? Se ti ammali di Covid ti pagherai le cure”. Il governo pronto al pugno duro, la proposta nei prossimi giorni verrà discussa sul Titano