“Continuerò a battermi per tenere aperte le scuole. Credo che, compatibilmente con la situazione epidemiologica, dobbiamo provare a tenerle aperte e anche laddove ci fossero ulteriori limitazioni, più si limitano le attività fuori la scuola più si abbassa il rischio dentro la scuola. Guai a pensare che la scuola non sia attività produttiva e a sacrificarla: è la principessa delle attività produttive, senza formazione non abbiamo futuro”. Lo ha detto poco fa ai microfoni di Radio Anch’io la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, commentando la situazione attuale dei contagi in Italia, il cui aumento sta mettendo seriamente a rischio anche la possibilità di tenere aperte le scuole.

Tuttavia, questa eventualità sembra ancora remota per la ministra, che ha spiegato: “Sono convinta che con la chiusura delle scuole rischiamo un disastro educativo, sociologico, formativo, psicologico. Un bambino che deve imparare a leggere e a scrivere, non può farlo da dietro uno schermo. Dobbiamo essere molto prudenti, i ragazzi hanno diritto ad un pezzo di normalità nella loro vita”.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostraPAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
contagi Lucia Azzolina Scuola

ultimo aggiornamento: 11-11-2020


Coronavirus. Spavento per Gerry Scotti ricoverato in terapia intensiva

Conte: “Stiamo lavorando per evitare il lockdown totale”