Riaprire tutte le scuole a partire dal 9 dicembre. È l’ipotesi sulla quale starebbe ragionando in queste ore il governo. La riapertura delle scuole attualmente chiuse, dalle superiori alle seconde e terze medie nelle regioni arancioni, con la ripresa della didattica in presenza, sarà tra i temi che verranno discussi domani nella riunione tra il premier Giuseppe Conte e i capi delegazione delle forze di maggioranza.

Sempre per domani la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha convocato una riunione con i sindaci della città metropolitane, che da sole rappresentano un terzo della popolazione italiana, con oltre 21 milioni di abitanti, per discutere del ritorno in aula degli studenti delle scuole attualmente chiuse. L’ipotesi più accredita è che il giorno per riaprire le scuole superiori chiuse in tutta Italia ma anche le seconde e le terze medie nelle Regioni arancioni, sia mercoledì 9 dicembre, ovvero il giorno dopo il ponte dell’Immacolata. Ieri è stato lo stesso premier, ospite di Otto e mezzo su La7, a spiegare che il governo è al lavoro per riaprire le scuole nel mese di dicembre. Decisivi saranno anche i nuovi dati attesi nella giornata di venerdì. Sarebbero soprattutto il M5S, con la ministra Lucia Azzolina in testa, e Iv a premere per un rapido ritorno sui banchi.

“Fare squadra” sulla riapertura delle scuole sarebbe infatti l’obiettivo dell’incontro con i primi cittadini convocato dalla Azzolina. “Faremo il possibile per riaprire le scuole in dicembre, dobbiamo vedere il quadro epidemiologico, valutandolo giorno per giorno. Le scuole sono e restano una priorità assoluta per il governo”, ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza intervenendo alla trasmissione Di martedì su La7.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
Giuseppe Conte Lucia Azzolina ministro Roberto Speranza Scuola

ultimo aggiornamento: 25-11-2020


Accoltella la moglie al petto, uccidendola: brutale femminicidio proprio nel giorno della Giornata contro la violenza sulle donne

Vaccino, il ministro Speranza annuncia: “Il 2 dicembre presenterò il piano strategico”