Un altro caso di Coronavirus a scuola, questa volta nel Palermitano. Si tratta dell’Istituto “Alessandra Siragusa” di Pallavicino, in provincia di Palermo, dove un dipendente della direzione didattica è risultato positivo al Covid-19 ed è scattata immediata la chiusura dei plesso. Sono in corso al momento tutte le operazioni di sanificazione degli ambienti come previsto dal protocollo di sicurezza nelle scuola messo a punto dal Cts.

Intanto, l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza ha annunciato in un’intervista sul Giornale di Sicilia, l’arrivo dei test rapidi da introdurre a scuola: si tratta di tamponi che in pochi minuti danno l’esito evitando procedure di isolamento. “Stiamo acquistando delle scorte di nuovi tamponi a esito rapido – ha detto Razza -. Si tratta di test che riescono a fornire l’esito in pochi minuti. Ciò permette, in caso di sintomi sospetti, di evitare la procedura che prevede l’isolamento dell’alunno o del docente e la convocazione della famiglia”. Il tampone verrà fatto a scuola e, se positivo, il controllo verrà poi ripetuto con un tampone tradizionale per avere la contro prova del contagio. La Regione ha annunciato che acquisterà un numero sufficiente di tamponi per garantire che ogni scuola possa fronteggiare i primi casi sospetti.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse


Katy Perry: il pop troppo sbiadito del singolo “Smile”

Smaltimento mascherine, in mare sarebbero più delle meduse