Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo decreto con le restrizioni anti Covid 19 che scatteranno a partire da domani 7 gennaio e resteranno in vigore fino al 15 gennaio, il governo conferma le disposizioni previste per la riapertura delle scuole.

Riaprono domani 7 gennaio le scuole dell’infanzia, le elementari e le medie, mentre i ragazzi delle scuole superiori dovranno aspettare fino a lunedì 11 gennaio. Dopo un infuocato dibattito sulla data più opportuna per riaprire in presenza le scuole superiori, infatti, il governo ha deciso di spostare la data all’11 gennaio perché nel fine settimana si aspettano i monitoraggi rispetto agli indici di contagio regionali.

Dall’11 al 16 gennaio le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, si legge nel testo del decreto, adotteranno forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, garantendo almeno al 50 per cento l’attività didattica in presenza. La restante parte dell’attività didattica sarà svolta con didattica a distanza. Tuttavia su tutto il territorio nazionale nei giorni 7, 8 e 9 gennaio 2021 l’attività didattica si svolgerà a distanza per il 100 per cento della popolazione studentesca.

Ma non in tutte le Regioni le scuole superiori riapriranno negli stessi giorni e con le stesse modalità. Vediamo come orientarsi attraverso la mappa delle riaperture.

Nelle Regioni Lazio, Abruzzo, Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Sicilia le superiori riapriranno in presenza l’11 gennaio; il Trentino manterrà la data scelta inizialmente, ovvero il 7 gennaio per il rientro al 50% dei ragazzi in presenza; il Piemonte ha fissato il rientro delle superiori al 18 gennaio; Friuli, Veneto e Marche rimandano la riapertura per le superiori all’ 1 febbraio, molto probabile anche in Sardegna. La Campania riaprirà lunedì 11 gennaio per gli alunni della scuola dell’infanzia e delle prime due classi della scuola primaria; a partire dal 18 gennaio sarà valutata la possibilità del ritorno in presenza per l’intera scuola primaria, e dal 25 gennaio per la secondaria di primo e secondo grado. La Calabria proseguirà con la dad alle elementari fino al 15 gennaio, alle superiori fino al 31. In Puglia didattica integrata per tutti fino al 15 gennaio.

 

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Iscriviti al GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse

 

 


Coronavirus, a Los Angeles le ambulanze devono selezionare i pazienti: “In ospedale solo chi ha la possibilità di salvarsi”

“Uccisa e data in pasto ai maiali”. Un pentito svela l’orrenda fine di Maria Chindamo