Di Giordano Sangiorgi

Quando sono entrati in vigore i provvedimenti per il contenimento del Corona Virus negli Stati Uniti, la storica band dei Tool era appena partita con il tour. Una volta sospeso il tutto hanno fatto una scelta totalmente controcorrente, dettata da motivi etici: al posto di rimandare di un anno i concerti come stanno facendo altre band, obbligando i fan a usare i biglietti relativi al tour 2020 per gli show del 2021, hanno cancellato le date e tale scelta permette loro di restituire i soldi agli acquirenti.

«Mentre lavoravamo per riprogrammare il tour, abbiamo letto i vostri messaggi»,hanno scritto tutti i componenti della band sui loro social ufficiale. «Scrivevate di posti di lavoro persi, di malattia, di stress emotivo, di calo finanziario, di crisi economica. Avremmo potuto posticipare o riprogrammare le date al 2021, ma non pensiamo sia la cosa giusta dal punto di vista etico. A nostro avviso, vincolare i soldi dei fan per mesi e mesi, se non per un anno intero, è ingiusto, soprattutto in una situazione come questa nella quale la gente ha realmente bisogno di quei soldi. Ecco perché abbiamo preso la difficilissima decisione di cancellare il tour, in modo da dare un aiuto ai fan che ci hanno sostenuto per anni e che in questo momento sono in grandissima difficolta’ economica e hanno bisogno di quei soldi».

Un esempio che si dovrebbe seguire subito molto semplicemente anche in Italia. Come? Facilissimo.  Aggiungendo alla norma la possibilita’ per il pubblico di poter scegliere, magari entro sei mesi, tra restituzione dei soldi oppure voucher. Tutto qua. Sarebbe un grande segno di civilta’ e di attenzione. Sappiamo che qualcosa si sta muovendo in questo senso. Vedremo.

Giordano Sangiorgi, patron del MEI

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Facebook

Articolo precedenteFloyd: weekend di proteste, Minneapolis smantella la polizia
Articolo successivoClassifica Radio Airplay Italiana di EarOne, settimana 23 del 2020: Elodie spicca il volo. J-AX new entry in Top 10
Margherita Ventura
Laureata in Conservazione dei Beni Culturali presso l'Università di Bologna con una tesi sulla Storia dell'Arte Medioevale, è giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti di Bologna dal 2001. Ha collaborato con le testate giornalistiche Il Resto del Carlino, Corriere Romagna, Casa Vogue e dal 2011 è socia e responsabile insieme ai colleghi giornalisti Enrico Spada, Claudio Bolognesi e Riccardo Rossi di Cless, società cooperativa che si occupa di servizi multimediali ed editoriali. Dal 2016 è responsabile della redazione e conduttrice del programma televisivo LatoA ideato dal giornalista Enrico Spada, in onda sul canale del digitale terrestre Radio Italia Anni 60 TV. Dal 2018 è parte dello staff e personal assistant della giornalista Rai Cristina Tassinari, ideatrice del Festival Internazionale della Disco Music "Disco Diva". Attualmente è autrice e caporedattrice per OAPlus, sezione di OASport dedicata a musica, spettacoli e intrattenimento. Appassionata di arte e musica, si diletta a suonare la chitarra elettrica. Ama la vita, la gente e il rock'n'roll.