Da Addis Abeba, il premier etiope Abiy Ahmed ha intimato i ribelli della regione del Tigrè di arrendersi entro 72 ore ammettendo la sconfitta.

Dopo settimane di conflitti infatti, segnati da numerosi bombardamenti da parte dell’esercito federale sulla regione, i ribelli del Fronte di Liberazione del popolo del Tigrè non sembrano mollare nonostante la netta minoranza rispetto all’esercito mandato da Addis Abeba.

“Il vostro progetto di distruzione è arrivato alla fine” ha detto Ahmed “vi chiediamo con forza di arrendervi pacificamente entro 72 ore ammettendo che siete arrivati a un punto di non ritorno”. Concludendo il discorso d’ultimatum ha avvisato i ribelli che non ci saranno altri indugi al dispiego totale delle forze federali.

Il conflitto era iniziato lo scorso 4 novembre, quando il premier ha accusato i dissidenti del Tigrè di aver attaccato due postazioni militari dell’esercito federale, fatto smentito dal Tplf.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
Etiopia tigrè

ultimo aggiornamento: 22-11-2020


Lucio Dalla rivive in “Dalla – 40th anniversary”, la versione rimasterizzata del capolavoro del 1980

Rubrica, PALINSESTO MUSICALE: Fabrizio Moro, Alice, Ghemon