E’ morta Rossana Rossanda, memoria storica dell’Italia del Dopoguerra.

Rossanda, che è stata tra le intellettuali più autorevoli del Paese, aveva 96 anni e si è spenta nella notta nella sua casa di Roma, con la notizia che è stata data per prima dal sito del Manifesto, che ha anche preannunciato un’edizione speciale del giornale per martedì per ricordare la giornalista.

Una larga fetta di vita Rossana Rossanda l’aveva vissuta a Parigi, ed era rientrata soltanto due anni fa a Roma.

Fondatrice del Manifesto, Rossanda, nata a Pola nel 1924, da antifascista aveva partecipato alla Resistenza, ed è stata giornalista intellettuale, comunista e scrittrice.

E’ stata dirigente del Partito Comunista Italiano negli anni Cinquanta e Sessanta, fino ad essere nominata da Palmiro Togliatti responsabile della politica culturale del Pci. 

L’ultima sua apparizione pubblica risale a maggio dello scorso anno, per sostenere alla Casa delle donne alcune candidate della sinistra alle elezioni Europee.

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Crediti foto: LaPresse

TAG:
Manifesto Rossana Rossanda

ultimo aggiornamento: 20-09-2020


Nuovo codice della strada, anche loro ora possono fare le multe

Classifiche FIMI, week 38: Marilyn Manson e gli FSK Satellite irrompono. Non decollano Emma e Tommaso Paradiso