Dal 15 giugno il certificato, non obbligatorio, indicherà eventuale guarigione dalla malattia, vaccino ricevuto e la presenza di anticorpi: più facile viaggiare e partecipare ad eventi e manifestazioni

Passaporto vaccinale

Il passaporto vaccinale europeo, per il Coronavirus, è in arrivo dal 15 giugno. Chi ha ricevuto il vaccino potrebbe usare il documento per salire in aereo e viaggiare con maggiore facilità. Probabile, inoltre, una maggiore possibilità di partecipare agli eventi o alle manifestazioni di rilievo. Il commissario europeo all’Industria, Thierry Breton, ha illustrato le caratteristiche del documento (che rimarrà facoltativo) destinato ad entrare in vigore tra meno di 3 mesi:

“Il certificato sarà presente sia in formato cartaceo che in quello digitale. Dotato di codice QR, indicherà il tipo di vaccino ricevuto, se si è stati portatori della malattia e se si hanno gli anticorpi. Potrà essere richiesto per prendere un aereo, partecipare a un evento importante o entrare in un luogo pubblico, ma non è obbligatorio” ha precisato il commissario.

Breton ha poi spiegato che, in mancanza di un certificato, sarà richiesto un test negativo al Covid-19. L’arrivo per l’estate del passaporto vaccinale è destinato ad avere effetti sulla ripresa del turismo e potrebbe riattivare i flussi verso l’Italia. L’assenza di stranieri nel nostro Paese grava sull’ospitalità turistica nelle mete più gettonate.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

TAG:
passaporto vaccinale viaggi coronavirus viaggi covid

ultimo aggiornamento: 30-03-2021


Ancona, padre spara al figlio dopo una lite: muore il ragazzo 27enne

Dati falsi all’Iss su contagi e morti: arrestati dirigenti e funzionari dell’assessorato alla Salute della regione Sicilia