C’è un segnale radio misterioso in arrivo dal centro della galassia. Di cosa si tratta?

Mistero nello spazio

Grazie ad alcuni potenti radiotelescopi è stato captato un misterioso segnale radio proveniente dal centro della “Via Lattea“, la nostra galassia. Il segnale, chiamato “ASKAP J173608.2-321635”, ha una luminosità molto variabile. Quest’ultimo, che appare e poi scompare per mesi, sta creando non pochi grattacapi agli scienziati: quale oggetto potrebbe essere in grado di emetterlo? Il suo comportamento, altamente imprevedibile, non corrisponde a quello di alcuna sorgente di onde radio conosciuta.

Team di ricerca

A scoprire e descrivere il misterioso segnale, è stato un team di ricercatori internazionale guidato da scienziati australiani (Scuola di Fisica dell’Università di Sydney) che hanno collaborato, a stretto contatto, con i colleghi dell’agenzia “CSIRO Space and Astronomy”, del “Centro di Gravitazione, Cosmologia e Astrofisica” dell’Università del Wisconsin-Milwaukee (Stati Uniti), dell’Istituto di Scienze Spaziali (ICE, CSIC) di Barcellona (Spagna), del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Città del Capo (Sudafrica) e di numerosi altri centri di ricerca. Gli scienziati, coordinati dal dottor Ziteng Wang (studente di dottorato presso il Sydney Institute for Astronomy), hanno scoperto ASKAP J173608.2-32163 grazie all’Australian Square Kilometer Array Pathfinder (ASKAP): tra i più potenti e sensibili radiotelescopi al mondo.

Caratteristiche del segnale

Le peculiarità del segnale sono molteplici:

  • Emette onde radio per settimane e poi rimane in “silenzio” per lungo tempo (anche per mesi)
  • E’ molto polarizzato, ciò significa che “la sua luce oscilla in una sola direzione, ma quella direzione ruota nel tempo”
  • Presenta una notevole variabilità nella luminosità

Gli scienziati hanno valutato, ed escluso, alcune fonti papabili. Vi sono, ad esempio, diverse tipologie di stelle note per variare le lunghezze d’onda radio, tuttavia il segnale non viene rilevato nei raggi X e nelle lunghezze d’onda prossime all’infrarosso. Sono state eliminate dalla lista anche le pulsar, poiché hanno una periodicità regolare e inoltre il segnale è stato silente per alcuni mesi, caratteristica non compatibile con questi oggetti. Secondo gli esperti, dunque, le caratteristiche del segnale lo avvicinano ai misteriosi “Galactic Center Radio Transient” (GCRT): segnali provenienti dal cuore della Via Lattea la cui origine non è stata ancora identificata.

“Sebbene il nostro nuovo oggetto, ASKAP J173608.2-321635, condivida alcune proprietà con i GCRT, ci sono anche delle differenze. E comunque non capiamo davvero quelle fonti” ha sottolineato il professor David Kaplan (Università del Wisconsin-Milwaukee) coautore dello studio. Si tratta di un vero e proprio mistero cosmico che gli astrofisici proveranno a risolvere.

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

 

TAG:
Segnale dallo spazio segnale Via Lattea

ultimo aggiornamento: 14-10-2021


Giallo a Padova, trovato morto con mezzo busto infilato in un tombino e le gambe fuori sulla strada

Il piccolo Nicola, a tre anni ucciso e poi bruciato dentro una Fiat Uno assieme al nonno e alla compagna. L’orrore di Cosenza ora ha due colpevoli definitivi: ergastolo