Venivano massacrati soltanto perché di colore, per puro odio razziale. E’ stata la polizia di Trapani a sgominare il ‘branco’ che agiva effettuando vere e proprie ‘spedizioni punitive’ nel centro storico di Marsala durante i weekend.

Una volta individuate le vittime, le stesse venivano brutalmente percosse con l’uso anche di corpi contundenti, agendo, scrive la polizia, “con efferatezza e spietatezza e per finalità di discriminazione o di odio etnico razziale”.

Le persone arrestate sono Salvatore Crimi, 18 anni, Antony Licari di 24 e Natale Salvatore Licari, 34 anni. Sono accusati, a vario titolo, di violenza privata, minaccia, lesioni personali.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto: frame video Polizia di Stato

TAG:
immigrati marsala Polizia di Trapani spedizioni punitive

ultimo aggiornamento: 01-10-2020


Chiara Ferragni e Fedez aspettano il secondo figlio

Armenia-Azerbaijan: “non è tempo di distensione”. Conflitto preoccupa la comunità internazionale