La Cassazione ha confermato la condanna a 15 anni, cinque mesi e 20 giorni di reclusione in carcere per Edson Tavares, l’ex compagno di Gessica Notaro, accusato di averla perseguitata e sfregiata con l’acido. Respinto il ricorso della difesa dell’imputato, è dunque definitivo il verdetto di condanna emesso dalla Corte di Appello di Bologna lo scorso 15 novembre del 2018. Tavares è detenuto in carcere, condannato per l’agguato sotto casa della nota showgirl, avvenuto il 10 gennaio 2017 a Rimini, e per stalking, perpetrato per un lungo periodo nei confronti della vittima. Gessica Notaro ha dovuto subire moltissimi dolorosi interventi chirurgici al volto sfigurato dall’acido e la lesione ad un occhio è permanente.

I giudici di secondo grado avevano definito la violenza con l’acido come la “plastica rappresentazione di una meditata, ferma volontà di punire per sempre la vittima, privandola non solo della sua speciale bellezza, ma della sua stessa identità, così da cancellarla agli occhi di chiunque, non potendola ‘possedere’ egli stesso”. La sentenza ha anche confermato l’espulsione dall’Italia di Tavares a fine pena e i risarcimenti alle parti civili, cioè Gessica, difesa dagli avvocati Fiorenzo e Alberto Alessi e l’associazione Butterfly, che si batte contro la violenza sulle donne, rappresentata dall’avvocato Elena Fabbri.

“È una storia finita, ora forse posso rilassarmi” – ha commentato all’ANSA Gessica Notaro alla sentenza della Cassazione -. Sono molto contenta, ho fatto bene a riporre la mia fiducia nella magistratura che non mi ha tradita”. 

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
Edson Tavares gessica notaro

ultimo aggiornamento: 16-12-2020


Buon compleanno Ivana Spagna! Una playlist per i 66 anni della cantante

“Tutta Italia zona rossa per Natale”: lo chiedono a gran voce il governatore Zaia insieme ai ministri Boccia e Speranza