Foto Alfredo Falcone / LaPresse

Nessuna chiusura forzata per parrucchieri ed estetisti: la misura anti contagio di cui circola voce da diverse ore, a quanto trapela da fonti di governo, in realtà non sarebbe prevista nel nuovo Dpcm in arrivo fra domani e lunedì 19 ottobre. Piuttosto, si starebbe valutando la chiusura di palestre e piscine e più in generale di fermare gli sport di contatto dilettantistici. Sullo sport, spiegano le stesse fonti governative, arriverà una nuova stretta ma è ancora aperto un ventaglio di ipotesi al vaglio dell’esecutivo nelle prossime ore.

“Se guardo i numeri degli altri Paesi le nuove misure sono necessarie per evitare di arrivare a quei livelli – ha detto il ministro per la Salute, Roberto Speranza, durante il vertice fra governo e Regioni in vista della nuova stretta per arginare l’aumento dei contagi da Coronavirus in Italia. “L’idea di base è l’irrigidimento delle misure con una distinzione di base tra attività essenziali e non essenziali perché abbiamo necessità di limitare i contagi – ha aggiunto il ministro -. Interveniamo adesso con più forza sulle cose non essenziali per evitare di dover incidere domani sull’essenziale che per il governo è rappresentato da lavoro e scuola. Se decidiamo come governo di chiedere a qualche comparto di cessare o limitare le proprie attività ci facciamo carico del ristoro”.

“Sulla movida potremmo fare uno sforzo in più, valutiamo se è il caso di una una stretta sugli orari serali per evitare assembramenti”, ha proseguito Speranza, che ha toccato anche il tema dei trasporti, considerati sempre di più causa di contagi:“Serve una mossa netta sullo smart working, direi di arrivare anche al 70-75%“.

Sul fronte scuole, le regioni hanno chiesto al governo orari scaglionati e didattica a distanza per le scuole superiori.

 

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Iscriviti al GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse

Articolo precedenteAnna & Gué Pequeno, “Bla bla”: il cringe fatto brano
Articolo successivoCinema. PUNTI LUCE di Chiara Sani. La “vecchia canaglia” Andy Luotto si racconta
Margherita Ventura
Laureata in Conservazione dei Beni Culturali presso l'Università di Bologna con una tesi sulla Storia dell'Arte Medioevale, è giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti di Bologna dal 2001. Ha collaborato con le testate giornalistiche Il Resto del Carlino, Corriere Romagna, Casa Vogue e dal 2011 è socia e responsabile insieme ai colleghi giornalisti Enrico Spada, Claudio Bolognesi e Riccardo Rossi di Cless, società cooperativa che si occupa di servizi multimediali ed editoriali. Dal 2016 è responsabile della redazione e conduttrice del programma televisivo LatoA ideato dal giornalista Enrico Spada, in onda sul canale del digitale terrestre Radio Italia Anni 60 TV. Dal 2018 è parte dello staff e personal assistant della giornalista Rai Cristina Tassinari, ideatrice del Festival Internazionale della Disco Music "Disco Diva". Attualmente è autrice e caporedattrice per OAPlus, sezione di OASport dedicata a musica, spettacoli e intrattenimento. Appassionata di arte e musica, si diletta a suonare la chitarra elettrica. Ama la vita, la gente e il rock'n'roll.