Una notizia meravigliosa, la più bella che potesse arrivare in un momento complicato come questo. E’ nata proprio oggi all’ospedale Sacco di Milano Giulia, primogenita di Mattia, il 38enne di Codogno salito agli onori della cronaca per essere stato il “paziente uno” di Coronavirus in Italia.

Mattia, dimesso il 20 febbraio scorso dopo una lunga permanenza all’ospedale San Matteo di Pavia, dopo poco più di due settimane ha potuto brindare alla nascita di Giulia, splendido dono della moglie Valentina che come lui era stata contagiata ed era entrata in ospedale all’ottavo mese di gravidanza, riuscendo fortunatamente a riprendersi in tempi più brevi del marito.

Una volta uscito dall’ospedale dopo la lunga degenza, Mattia aveva proprio espresso come unico desiderio quello di “poter assistere alla nascita di mia figlia”, e i medici su questo l’avevano subito rassicurato.

L’arrivo di Giulia sembra insomma la chiusura di un cerchio che ha portato alla famiglia prima tanto dolore, causato dal sofferto ricovero e poi dall’aver saputo della morte del padre di Mattia, poi finalmente un’immensa gioia, quella di poter sorridere ad una nuova vita venuta al mondo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse

TAG:
Coronavirus Giulia Ospedale Sacco paziente uno Valentina

ultimo aggiornamento: 07-04-2020


Pronto per fine aprile il test sierologico che “libererà” un milione e mezzo di italiani

Miss Inghilterra si toglie la corona e torna a fare il medico in prima linea