L’uomo si è accorto che la fidanzata mancava in casa quando si è risvegliato al mattino

Sonia Di Pinto, 46 anni, è stata ritrovata uccisa nel ristorante in Lussemburgo dove lavorava.

Il suo assassinio resta un vero mistero. Il fidanzato Sauro Diogenici, intervistato dopo il drammatico ritrovamento del cadavere, si dice convinto che la ragazza sia stata uccisa “durante una rapina finita in tragedia. Sonia era una persona tranquilla. Faceva il suo lavoro e lo faceva bene. Non credo che sia stato un omicidio premeditato”.

L’uomo ha sottolineato che “Sonia era solita rientrare tardi, quando io già dormivo. L’altra mattina al mio risveglio lei non c’era, ho pensato che fosse già uscita”.

Invece poco più tardi nel ristorante è stato trovato il suo corpo, con il cranio fracassato. Dubbi sull’omicidio non ce ne sono, ora starà agli inquirenti scoprire i perché e soprattutto chi ha ucciso Sonia a poche settimane dal matrimonio. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse


Draghi è positivo al Covid: non potrà partecipare alle missioni diplomatiche in Congo e Angola

Milano, violentata ai Navigli, ma un passante dopo aver messo in sicurezza la sua fidanzata, torna indietro e interrompe la violenza