Il risveglio è stato forse il momento peggiore della vita di Paola Piras, la donna di 51 anni di Tortolì colpita con 18 coltellate dal suo ex compagno di origini pakistane Masih Shahid.

Quest’ultimo, infatti, l’11 maggio scorso aveva iniziato a colpire proprio la donna, ma quando in suo soccorso è arrivato il figlio di Paola Mirko Facci, appena 19 anni, si è scagliato contro di lui, uccidendolo.

Quando la donna si è svegliata dopo 40 giorni dal coma indotto farmacologicamente, la prima domanda che ha fatto è stata relativa al figlio, e all’equipe medica è toccato il compito peggiore, quello di rivelare a Paola Piras che Mirko non c’è più, ucciso dalla furia omicida dell’ex compagno che non gli ha lasciato scampo.

In supporto della donna, come rivela La Nuova Sardegna, i sarà ora uno staff di psicologi. Intanto venerdì scorso l’Istituto Ianas, la scuola alberghiera frequentata da Mirko (che quest’anno avrebbe dovuto conseguire la maturità) ha consegnato il diploma alla zia Stefania e al fratello Lorenzo.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto: facebook

TAG:
Masih Shahid Mirko Facci omicidio Paola Piras

ultimo aggiornamento: 21-06-2021


Amici 21, chi resterà tra i Professori nella prossima edizione? Ecco conferme e abbandoni

Roma, fa il bagno nuda nella fontana a pochi passi da Palazzo Chigi