E’ albanese, ha 72 anni ed è un pensionato che si chiama Shefki Kurti, residente a Badia Polesine.

Questa l’identità dell’uomo il cui cadavere fatto a pezzi è stato trovato nei giorni scorsi nell’Adigetto, nel rodigino.

Ad accertarlo sono stati i carabinieri di Rovigo. L’uomo era coniugato. Chi ha ucciso Shefki, dopo lo ha smembrato e riposto in sacchi di plastica che sono stati gettati in un canale, non prima di averlo fatto a pezzi. Sacchi con dentro parti del corpo sono stati trovati a Villanova del Ghebbo giovedì, poi nel pomeriggio altre parti sotto il ponte dell’Adigetto in via San Lazzaro a Lendinara.

Ora l’indagine dovrà accertare chi e perché ha ridotto in quello stato il pensionato.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: archivio LaPresse


Estate 2022, 27 milioni di italiani in viaggio: si riducono però durata e spesa delle vacanze

Belluno, bimbo morto al parco, ha ingerito del veleno? Sospetti anche nell’ambiente domestico