Tribunale di Torino, il pm Chiara Canepa ha chiesto una condanna a 14 mesi per la direttrice dell’istituto e a 12 mesi per la madre di una delle bambine dell’asilo, al processo sul caso delle foto intime di una giovane maestra, condivise dall’ex fidanzato con gli amici nella chat di calcetto. La maestra lavorava in un asilo ad impronta religiosa.

Secondo il magistrato, si è trattato di una vera e propria ‘gogna scolastica‘ ai danni della ragazza, che dopo essere stata umiliata dalla direttrice davanti alle altre insegnanti, l’ha licenziata ed ha informato alcuni genitori della vicenda. Una madre dell’asilo, avrebbe condiviso quegli scatti con altre persone.

L’ex fidanzato (che per la vicenda ha ottenuto la messa alla prova) e altri amici (che hanno patteggiato) sono stati chiamati a testimoniare, ma si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. I genitori della giovane maestra si sono costituiti parte civile.

Fonte: LASTAMPA

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

 

TAG:
licenziata maestra Revenge Porn

ultimo aggiornamento: 15-01-2021


Allarme Oms: 95% delle dosi per soli 10 paesi

Long-Covid: 3 persone su 4 ne soffrono anche dopo la guarigione dal virus