Non è servito il trasferimento del piccolo all’ospedale di Trapani

Immane tragedia quella che si è verificata ieri nell’isola di Favignana, ora sotto shock.

Un nonno 75enne che si trovava a casa del figlio nell’effettuare una manovra di retromarcia non si è accorto della presenza del nipotino di soli due anni e lo ha investito.

Il bimbo, che stava giocando nel cortile della sua abitazione, è stato immediatamente soccorso e condotto dai familiari presso il presidio ospedaliero dell’isola, ma per lui non c’è stato nulla da fare.

Le cure mediche, infatti, non sono servite, e neppure è purtroppo servito preparare il trasferimento del bambino a Trapani in un ospedale più attrezzato, perché il piccolo è deceduto a causa delle gravi ferite riportate non appena arrivato, in condizioni già disperate, nel nosocomio trapanese.

La Procura di Trapani ha avviato una inchiesta, ma ha deciso di non sottoporre il corpicino del bambino ad autopsia.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: shutterstock

TAG:
bambino investito Favignana manovra fatale nipote nonno tragedia

ultimo aggiornamento: 14-03-2022


GFvip6, Katia Ricciarelli ha avuto il Covid. In dubbio la presenza questa sera alla finale

Gas e carburante, aperta indagine dalla Procura di Roma sull’aumento dei prezzi