Le violenze sono state riprese grazie all’installazione di microfoni e telecamere all’interno della classe

Una maestra di 59 anni di una scuola dell’infanzia nel monzese ha ricevuto l’interdizione per un anno dall’esercizio della professione a seguito dell’accusa di aver maltrattato i suoi alunni.

Vittime delle angherie e violenze della maestra sono 17 bambini di età compresa tra 3 e 5 anni, di cui uno con disabilità.

I Carabinieri scrivono che “dalle intercettazioni ambientali è emerso come la maestra, in modo abituale, aggredisse i bambini con calci, schiaffi, trascinamenti di peso, associati a imprecazioni e insulti, come ‘ti stacco la testa’, ‘ti taglio le mani’, ‘oca, beduini’ e altri””.

Le indagini sono partite da una serie di segnalazioni sui metodi educativi poco ortodossi, e da lì le forze dell’ordine hanno deciso di installare telecamere e microfoni all’interno della classe per due mesi, fino ad arrivare alla scoperta degli effettivi metodi violenti che utilizzava la maestra coi bambini.

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto Andrea Butti/LaPresse

TAG:
asilo interdizione maestra violenta minacce violenze a scuola

ultimo aggiornamento: 15-09-2021


Bimbo di un anno piange, il compagno della madre lo violenta e lo uccide: “Non smetteva di piangere, continuava a vomitare”

Covid, contagi e decessi in calo: e in ospedale ci sono quasi solo non vaccinati