Morte del 20enne Isac, prende sempre più piede l’ipotesi della sfida lanciata dagli amici

Indaga ancora la procura su quel terribile incidente dove il 21 novembre ha trovato la morte un ragazzo di 20 anni, Isac Djaniel Beriani, ma le indagini vanno tutte verso una direzione e cioè la sfida. Sembra infatti, che quella notte, gli amici del ragazzo, l’abbiano fatto scendere dall’auto,  sfidandolo a fare delle flessioni a terra, col buio in tangenziale est di Milano.

La sfida è finita in tragedia, poiché un 21enne, ora indagato per omicidio colposo, avrebbe travolto ed ucciso il ragazzo con la sua auto. Egli stesso avrebbe poi chiamato i soccorsi. Gli amici di Isac, spaventati per loro ammissione al pm Francesco De Tommasi, sono fuggiti, per poi ripensarci e provare a tornare sul posto, che però hanno trovato transennato perché nel frattempo erano arrivati i soccorsi. Per questo motivo, i cinque amici, sono tutti indagati per omissione di soccorso.

Si attendono ancora gli esiti dell’autopsia e l’esame tossicologico effettuati lo scorso dicembre.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse

 

 

 


“Nonna, ho paura”. Papà uccide figlia di 10 anni chiudendola in bagno e dando fuoco alla casa: l’ultimo drammatico sms