Il ritrovamento è avvenuto proprio in concomitanza con l’intitolazione di un parco in sua memoria

E’ stato ritrovato 23 anni dopo la sua morte un libro di scuola di Silvestro Delle Cave, il bambino di 9 anni abusato sessualmente da tre pedofili per giorni, poi ucciso con violenti colpi alla testa, fatto a pezzi e dato alle fiamme a Cicciano, cittadina del Nolano, nella provincia di Napoli, nel novembre del 1997.

Il Messaggero ha reso noto il ritrovamento del sussidiario di terza elementare intitolato “Crescere ogni giorno”, che si trovava negli scantinati di quella che fu la scuola frequentata da Silvestro, ora diventata un centro per disabili.

Il ritrovamento è considerato molto strano per diverse ragioni, non ultima il fatto che la cartella del bambino non fu mai ritrovata. In più, il libro è spuntato proprio mentre si inaugurava un parco intitolato alla sua memoria.

I resti del piccolo furono rinvenuti ben 8 anni dopo l’orrida violenza del 1997, nel 2005 in una casa in costruzione di Cicciano. Dentro una valigia c’erano un cranio spaccato, brandelli di vestiti e ceneri, che l’esame del Dna ha confermato essere di Silvestro Della Cave.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse


Fedez attacca dritto per dritto il Vaticano: “Ha debiti per 5 miliardi e parla di mancato rispetto del Concordato”

Elodie sul caso Vaticano e Ddl Zan: “Ringrazio i miei genitori che non mi hanno battezzata” – VIDEO