Ha deciso finalmente di rompere il silenzio Benno Neumair sul giallo che ancora avvolge la scomparsa dei genitori Laura Perselli e Peter Neumair. Benno, che si trova detenuto in carcere a Bolzano dal 29 gennaio con l’accusa di omicidio e di occultamento di cadavere, ha chiesto tramite i suoi avvocati di essere interrogato dai pm che indagano sulla vicenda.

L’interrogatorio potrebbe svolgersi già la prossima settimana, ma la data non è stata ancora fissata. Intanto proseguono senza esito le ricerche del cadavere del padre Peter nelle acque dell’Adige dopo il ritrovamento lo scorso 6 gennaio del corpo della madre, Laura Perselli, di 68 anni. I coniugi Neumair erano misteriosamente scomparsi lo scorso 4 gennaio a Bolzano. Dall’autopsia è emerso che la donna è deceduta a seguito di strangolamento. Il corpo del padre di Benno, invece, 63 anni, non è ancora stato trovato. Da alcuni giorni nelle acque del corso d’acqua stanno operando i carabinieri del nucleo subacqueo di Genova-Voltri, lo stesso che aveva operato nella ricerca dei corpi all’interno della nave da crociera Costa Concordia. Nelle scorse settimane le ricerche nelle acque dell’Adige, due volte abbassate di livello per agevolare le ricerche, avevano visto al lavoro i sommozzatori dei vigli del fuoco insieme a cani molecolari specializzati nella ricerca delle persone, arrivati anche da Svizzera e Germania.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse

 

 


Nuovo Dpcm, anche la Pasqua sarà blindata: ecco cosa si potrà fare e cosa no

Covid, le vittime silenziose. L’agenzia viaggi chiusa da un anno: si toglie la vita a Prato chiedendo scusa ai parenti e alla socia