La piccola è morta nella sua casa dopo dolori lancinanti alla testa e attacchi di vomito

Tragica vicenda avvenuta nel Regno Unito.

Una bambina di 7 anni, Theia McKie, è deceduta il giorno dopo essere tornata a casa dall’ospedale che l’aveva dimessa con una diagnosi di emicrania.

La piccola, originaria di Dumfries, in Scozia, il 16 novembre ha iniziato ad avvertire fortissimi dolori alla testa, e i genitori Tracey e Ainsley Mcki l’hanno portata in ospedale, al Dumfries and Galloway Royal Infirmary.

Nonostante il perdurare del forte dolore, alla bambina è stata diagnosticata un’emicrania ed è stata rimandata a casa.

Al ritorno, i genitori hanno pubblicato un post su Facebook, scrivendo: “Così abbiamo portato la piccola signorina a casa ma non sta meglio“.

La situazione non è migliorata neppure nelle ore seguenti, e il giorno dopo, mercoledì 17 novembre, Theia è morta dopo aver più volte manifestato episodi di vomito e aver continuato a dire ai genitori di provare dolori lancinanti alla testa.

Per far chiarezza sulla tragica morte è stata disposta l’autopsia, ed i genitori hanno dichiarato straziati: “Siamo devastati oltre ogni comprensione. Poiché non sappiamo perché Theia è morta, non possiamo commentare. Speriamo che i risultati dell’autopsia ci diano delle risposte. Non vogliamo che sia attribuita alcuna colpa finché non scopriamo perché è morta”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Archivio LaPresse


Università di Milano, nuovo farmaco anti-Covid, scoperta porta d’ingresso nelle cellule