di Claudio Costantino

Era il Novembre 2020 quando è iniziata questa rubrica su OAplus di approfondimento sul COVID.
Oltre 6 mesi di ragionamenti, evidenze, commenti ai dati osservati in Italia e nel Mondo. Siamo partiti nel
periodo più “buio” del COVID in Italia, la famigerata seconda ondata con picchi di oltre 40 mila casi al
giorno, con picchi di circa 1000 decessi al giorno. Eravamo con una sola speranza, l’arrivo dei vaccini perchè
lockdown, semafori e altro non servivano a contenere questo terribile virus specialmente durante la
stagione fredda.
Poi via via abbiamo visto la luce in fondo al tunnel. Da dicembre 2020 in poi, grazie agli straordinari sforzi
profusi dalle case farmaceutiche e da stupendi ricercatori ci siamo ritrovati via via con una, due, tre,
quattro…armi in mano per affrontare il SARS-CoV-2.
Comirnaty, Moderna, Vaxzevria, Janssen…sono le prime armi arrivate in USA, in Europa, in Italia.
Sinovac, Sputnik, Soberana le alternative “esotiche” per il resto del Mondo.
Al momento finalmente il COVID dopo un anno e mezzo vede una notevole riduzione di casi e di decessi a
livello globale come mai in precedenza. Al momento sono state somministrate nel Mondo 2 miliardi e 50
milioni di dosi. Tuttavia, come evidenziato dall’OMS, oltre il 70% delle dosi sono state somministrate in 15-
20 Paesi del Mondo, mantenendo una notevole diseguaglianza di salute nei confronti dei Paesi in via di
sviluppo.
Le inziative come COVAX, l’arrivo di (tanti più possibile) altri vaccini saranno fondamentali per distribuire
tanti più vaccini possibili a tanti più paesi possibili nella seconda parte del 2021 per bloccare quanto prima
la diffusione del virus e la Pandemia.
In Italia la situazione dall’arrivo del Generale Figliuolo è decisamente migliorata, ad oggi vengono
stabilmente fatti circa 480 mila vaccini al giorno e con questo ritmo il 2 di Ottobre potenzialmente tutti gli
Italiani potrebbero essere vaccinati.
Rimane il fatto che ancora oggi circa il 30% degli over 60 Italiani ancora non si è vaccinato e data la
grandissima disponibilità di vaccini attuale si è correttamente deciso di procedere con le vaccinazioni di
tutte le fasce di età a partire dai 12 anni in su.
Ormai è divenuta una questione (a mio parere assolutamente corretta) di principio, chi vuole rimanere
indietro avrà questa responsabilità sulla sua coscienza. Il vaccino sarà offerto a tutti coloro che si vogliono e
vorranno vaccinare, senza più offerte per classi di età o di patologia a maggiore rischio.
I dati sono assolutamente confortanti, tutte le Regioni hanno bassi tassi di occupazione delle terapie
intensive, un indice Rt sotto l’1 (0,68 nell’ultima rilevazione), un indice di nuovi casi sotto i 50 per 100 mila,
un andamento che permetterà a breve riaperture sempre più importanti.
Ci apprestiamo a vivere un’estate serena (sempre nel rispetto delle regole). Ci apprestiamo a goderci gli
Europei di Calcio e le Olimpiadi.
Quindi chiudo (almeno per ora) la Rubrica affidatami con un grande invito a tutti.
VACCINATEVI, VACCINATEVI, VACCINATEVI, il prima possibile e con qualsiasi vaccino vi verrà offerto e
godetevi nuovamente la famiglia, i parenti, gli amici, la VITA!!! Godetevela con prudenza ma fatelo!
Fatelo per le 172 milioni di persone che hanno contratto il virus (4,2 milioni solo in Italia) e le 3,7 milioni di
persone che sono decedute nel Mondo (oltre 126 mila solo in Italia) e che non hanno potuto vaccinarsi.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse


Vaccino anti Covid, arriva il via libera dell’Aifa anche per i ragazzi fra i 12 e i 15 anni

Coronavirus, altre quattro Regioni diventano bianche e il coprifuoco slitta a mezzanotte