Il campione paralimpico Alex Zanardi si trova ricoverato al San Raffaele di Milano da ormai tre mesi dopo il grave incidente che l’ha coinvolto avvenuto lo scorso 19 giugno durante una gara di handbike nei pressi di Siena. Il presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, intervenuto nel corso della presentazione del volume di Papa Francesco “Mettersi in gioco, Pensieri sullo sport” allo Stadio delle Terme di Caracalla, ha aggiornato i tifosi e gli sportivi sulle condizioni del campione, ex pilota Formula 1, dichiarando che “Alex Zanardi sta lottando per la seconda prova più difficile della sua vita e lo sta facendo al massimo“.

Siamo in contatto quotidianamente con la moglie Daniela. Alex è una persona importante per la famiglia dello sport italiano e anche internazionale per la sua capacità di amplificare e semplificare concetti importanti – ha continuato –  in questo è straordinario e sono convinto che continuerà a farlo per il resto  dei suoi giorni“.

Zanardi, che ha subìto quattro operazioni alla testa, era stato in un primo momento trasferito in una clinica specializzata in riabilitazione nel lecchese per iniziare il recupero. Dopo pochi giorni era stato ricoverato al San Raffaele di Milano per alcune complicazioni.

L’ultimo bollettino ufficiale sulle sue condizioni, risalente al 19 agosto scorso, parlava di “significativi miglioramenti”: “Dopo un periodo durante il quale è stato sottoposto a cure intensive in seguito al ricovero del 24 luglio il paziente ha risposto con miglioramenti clinici significativi. Per questa ragione attualmente è assistito e trattato con cure semi intensive presso l’Unità Operativa di Neurorianimazione, diretta dal professor Luigi Beretta”.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse


Primo bambino positivo dalla riapertura della scuola, ecco cosa succede ora

Scuola, in Emilia-Romagna effettuati più di 25.000 test sierologici su docenti e operatori: solo due le positività confermate dal tampone