Voleva uccidere mamma e papà, e stava programmando tutto forse, ma questo lo accerteranno gli inquirenti, con l’aiuto del fidanzatino.

A far saltare il piano è stato un amico della giovanissima, che impaurito da quanto insistentemente letto e saputo attraverso chat dall’amica, ha deciso di andare dalle forze dell’ordine raccontando quanto stava accadendo.

E’ a quel punto che i militari hanno avviato le procedure del caso, avvisando genitori e servizi sociali.

A sconvolgere ancora di più è il fatto che, stando a quanto emerso, la studentessa non avesse problemi particolari con i genitori, una coppia perbene del vicentino.

Interrogata dai carabinieri, la ragazza ha affermato che il suo era poco più che un gioco, e che mai l’avrebbe fatto, anche se i messaggi sulle chat testimonierebbero tutto il contrario. Gli investigatori, intanto, non escludono che dietro questa non celata volontà ci fosse una sfida web siimile a quella che pochi giorni fa ha portato al suicidio di un bambino a Napoli.

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti: Foto Cecilia Fabiano/ LaPresse

TAG:
carabinieri sfida web

ultimo aggiornamento: 06-10-2020


Delitto di Lecce, la madre dell’assassino scrive alle famiglie di Daniele ed Eleonora: “Vi chiedo scusa”

Sposa uccisa dal marito durante il pranzo di nozze