Ecco cos’è la workation e quali benefici avrà sulla vita delle persone

Nuove tendenze viaggi

Quali saranno le “tendenze viaggi” del 2021? Tra queste, di certo, ci sarà la “workation”, una vacanza che permetterà di lavorare da remoto in un luogo di villeggiatura. Del resto, il nome non ammette repliche: work+vacation (lavoro+vacanza). Recentemente, causa pandemia da Covid-19, si è notevolmente diffuso anche lo smart working, la differenza tra le due? Il primo potrà essere gestito in qualsiasi luogo, dal mare alla montagna, in Italia o all’estero, presentando un vantaggio in più: non si dovranno utilizzare le ferie. Sarà dunque possibile, ad esempio, fare un tuffo in acqua appena terminata una telefonata di lavoro oppure godersi la “tintarella” su una spiaggia paradisiaca. Opportunità unica per unire lavoro e relax.

Cambio di vita

Lavorare in qualsiasi luogo al mondo (restrizioni permettendo), è senza dubbio una tendenza che sta cambiando la vita di moltissime persone. Il tutto, ovviamente, rispettando l’orario d’ufficio e garantendo un risultato a fine giornata. Quanto appena detto, permette non solo di svagarsi, ma anche di gestire al meglio il proprio tempo (con conseguenze ottime anche per l’umore).

Organizzazione delle strutture

Tanti hotel si stanno attrezzando per lo smart working e la workation, garantendo soluzioni dotate di “postazioni-scrivania” complete. Tutto il necessario, dunque, per lavorare come in un ufficio reale. Molte destinazioni straniere stanno ricreando pacchetti dedicati ai lavoratori e alle proprie famiglie (baby sitting e attività d’intrattenimento) nel pieno rispetto della sicurezza e dei severi protocolli di sanificazione.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

TAG:
coronavirus lavoro smart working workation

ultimo aggiornamento: 24-11-2020


Vaccino AstraZeneca più efficace sugli anziani

Accoltella la moglie al petto, uccidendola: brutale femminicidio proprio nel giorno della Giornata contro la violenza sulle donne