Foreste con sentieri che nessuno ha calpestato, calette solitarie da esplorare, montagne vulcaniche dove arrampicarsi e tutt’attorno l’energia dell’oceano. Otto isole per una destinazione unica con mille sfaccettature, che permettono di godersi una vacanza in occasione dei ponti di primavera come un anticipo delle vacanze estive. Il clima nell’arcipelago è reso dolce dai venti alisei che incontrano i rilievi montuosi generando la giusta concentrazione di umidità che serve a rendere queste terre dei gioielli naturali. Insomma, sono decisamente il luogo giusto per prendersi una pausa.

Alla scoperta del territorio tra natura e storia

Le pendici del vulcano El Teide, Patrimonio Naturale dell’Umanità dell’UNESCO a Tenerife, sono l’ambiente ideale per praticare escursioni in un paesaggio roccioso, quasi lunare; di diversa natura ma ugualmente affascinante è La Caldera de Taburiente situata al centro dell’isola di La Palma, la “Isla Bonita”, è da scoprire seguendo i suoi percorsi naturalistici che si snodano in un mare di pini monumentali. Qui la natura conserva tesori inestimabili di diversità geologica e biologica e per questo è stata riconosciuta come Riserva della Biosfera dall’UNESCO.

 Il Parco Nazionale di Garajonay che si trova sull’isola di La Gomera, anch’essa classificata dall’UNESCO come Riserva della Biosfera, è da ammirare per la foresta di lauro dell’era terziaria conservata così dalla preistoria. La sua vegetazione lussureggiante e i suoi chilometri di sentieri segnalati possono essere percorsi in tutta sicurezza in mountain bike. Questo delizia gli amanti del tempo libero attivo. 

L’isola di El Hierro è nota per la sua misteriosa bellezza e per la qualità dei suoi fondali marini, soprattutto a La Restinga, che attira appassionati di immersioni tutto l’anno, specialmente in autunno quando si tiene il famoso Open Fotosub Isla de El Hierro (19-23 ottobre 2022). 

Il sito archeologico Risco Caido e i Sacri Monti di Gran Canaria, un paesaggio per la sua particolarità definito “tempesta pietrificata” dallo scrittore Miguel de Unamuno, è la testimonianza della storia ancestrale delle isole; qui visse una popolazione aborigena in completo isolamento per oltre 15 secoli.

Mare, relax e altre curiosità

Fuerteventura e La Graciosa hanno spiagge da sogno con chilometri e chilometri di sabbia bianca dove si può persino andare a passeggio a dorso di cammello, mangiare pesce fresco nei ristoranti che si affacciano sulla spiaggia, e scoprire una delle cucine più gustose della Spagna con influenze iberiche, berbere e sudamericane. Il centro storico della città di San Cristóbal de La Laguna, a Tenerife, per la sua storia coloniale è un altro Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, così come è stata dichiarata patrimonio orale e immateriale la lingua fischiata, il silbo gomero, un‘originalissima forma di comunicazione senza parole che è stata mantenuta fino a oggi dagli abitanti dell’isola di La Gomera. 

Le Canarie sono consigliate per chi vuole prendersi qualche giorno di pausa nella tranquillità di un posto sicuro (con un’ottima assistenza sanitaria), e soprattutto per il ritmo rilassante che si respira, per le spiagge da sogno e per poter scoprire piscine naturali con acque ricche di sali minerali, come quelle delle terme di El Hierro, o per godersi i trattamenti nei diversi centri wellness e Spa di Gran Canaria, Tenerife, Lanzarote e La Palma.

Le isole sono frequentate da visitatori molto diversi tra loro: dai nomadi digitali, che hanno trovato qui una sede per lavorare, ai campioni dello sport che vengono alle Canarie per allenarsi, dai surfisti e windsurfisti che frequentano le coste esposte al vento, ai golfisti che si esercitano sui campi ‘vista mare’. Vengono famiglie per fare vita da spiaggia, gruppi di amici per la movida, coppie e perfino pellegrini che percorrono un tratto del Cammino di Santiago che passa per Gran Canaria.

Appuntamenti di primavera

 La vita culturale sulle isole è sempre ricca di stimoli con una ricca agenda di appuntamenti per tutti i gusti. A maggio, dal 5 al 15, si tiene sull’isola di Gran Canaria il Maspalomas Pride 2022, uno degli eventi LGBT+ più importanti sulla scena internazionale. Per diversi giorni ci sono feste, concerti e mostre, in un clima di allegria contagiosa con tante attività anche nei locali di Maspalomas.

Per quanto riguarda il panorama musicale a Tenerife c’è il GreenWorld Festival (16 aprile 2022), il festival di musica underground ed elettronica ospitato sul campo di Golf del Sur a San Miguel, nel sud dell’isola. Mentre Gran Canaria il 27 di maggio 2022 è l’epicentro del Canarias Primavera Live, un festival di musica dal vivo del panorama della musica “indie”.

Inoltre, Lanzarote offre straordinari concerti che si tengono nelle grotte Jameos del Agua, gallerie create nel passato dalle eruzioni vulcaniche e ristrutturate secondo il progetto del grande maestro visionario César Manrique.

Non mancano appuntamenti rappresentantivi della cultura popolare e religiosa delle isole: il 3 maggio a Lanzarote si celebra El Día de la Cruz en Teguise, che riempie di fiori e colori le strade del paese; il 10 giugno invece a Tenerife si festeggia il Corpus Christi de La Orotava: nella città nel nord dell’isola di Tenerife confluiscono migliaia di persone che camminano per le sue strade ricoperte da spettacolari tappeti di fiori, semi e sabbia colorata.

Crediti foto: Ufficio Stampa Isole Canarie

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

 

TAG:
Canarie primavera 2022

ultimo aggiornamento: 08-04-2022


Scoprendo l’Italia, i cammini più belli del nostro Paese

Scoprendo l’Italia, le spiagge più belle del nostro Paese