By Old Man Say

KAIGO è un progetto nato nel 1996 dalla collaborazione di due forti personalità provenienti da opposti mondi musicali ma sicuramente ai vertici nei propri settori. Danny Losito, vocalist con particolare talento naturale per linee melodiche e forte personalità interpretativa, artista poliedrico, “main man” del quartetto Mash Machine, cantante e compositore, noto per una hit dance che nel 1990, sotto il progetto “Double Dee”, ha letteralmente fato ballare il mondo intero; stiamo parlando di  “Found Love”  singolo icona dell’ epoca e della dance house made in italy. Il secondo elemento che ha dato vita al progetto è Gianluca Mosole. polistrumentista, arrangiatore e chitarrista giudicato tra i più talentuosi a livello europeo nell’ambito jazz/fusion e con svariati lavori discografici e collaborazioni all’ attivo insieme a musicisti di livello mondiale.

Kaigo:  il trio al completo.

 

Il 1997 è l’anno di nascita del sodalizio e Kaigo  firmano il primo contratto con l’ etichetta “Sugar” di Caterina Caselli. Pubblicano il loro primo cd, “Con l’accento sulla i” riuscendo ad avere un ottima risposta sia da parte del pubblico che dalle principali radio italiane. In questo album di debutto spiccano i brani “La La La” e “Fammi Volare” che li portano alle due edizioni nel 1997 e nel 1998 di Sanremo giovani oltre che a guadagnarsi grandi approvazioni da parte della critica di settore. Nel 1999 un cambio di etichetta discografica per il duo con il passaggio alla prestigiosa WEA. Pubblicano “FREEABILE”. Il tema guida del loro nuovo lavoro è una cover che si ispira alla ” golden classic” di Bill Withers, “Lovely Day”; testo in italiano scritto da  Danny Losito riarrangiato da  Gianluca , dal titolo “Dove Sei” ed anche questo nuovo lavoro passa con buona frequenza in tutte le principali radio italiane. Arriviamo ai giorni nostri: Danny e Gianluca dopo tante esperienze musicali vissute in dimensione “solista” tornano insieme per riprendere idee vecchie e nuove e ci presentano “KAìGO III”, terzo episodio della loro “vision” musicale e che, a differenza dei due precedenti, è interamente cantato in inglese. Il progetto che vede l’ entrata del song-writer londinese, Kareem Shabazz sarà in pubblicazione in questo mese, sulla storica etichetta  IRMA Records di Bologna.

Danny insieme al bassista “Cico Cicognani”

 

photo credits Danny Losito.

Old Man Say, dee jay e music designer, inizia il suo percorso ed evoluzione musicale negli anni ’80. Tante le esperienze in club italiani quali Tino Club, Vie en Rose, Cenerentola, Harem, Indie, Plaza, Gatto e la Volpe, Menhir, Teatriz, Slap e Scimmie, per poi arrivare a Beach Club e Lounge Bar come Vistamare beach & suites, Cafe della Rotonda, Oro Bianco.Dal 2015 vive e lavora in Ibiza ove e’ dj-resident di Jockey Club, Hard Rock Hotel nelle consolle del Beach club, per i pool party nella piscina Splash e nell’esclusivo 9Ninth roof-top e di Sa Punta fine dining restaurant. Ha avuto l’occasione di essere ospitato in altre realta’ ibizenche in questi anni quali Savannah, Experimental Beach, Km5, Hotel Pacha, Sunset Ashram, Kumharas, Hotel Santos, Enigma beach club, Raco Ibiza e Villa Mercedes fino alla prestigiosa consolle del Pacha‘ per il party Elements oltre a proporre i suoi dj-set su Ibiza Global Radio e Pure Radio Ibiza. Esperienze worldwide; Egitto al Pier 88 Cairo ed al Club 88 El Gouna, Le Palace, Le Smukke, Le Salama e La Montaigne a Marrakech (Marocco) ed al Nub Lounge di Amman (Giordania). Propone set di matrice deep, elettronica, downtempo, house e nomad. Collabora settimanalmente con OA Plus nella rubrica “Flashlight”.

www.soundcloud.com/beat1965

 

 


 


Mei, Rubrica. #NEWMUSICTHURSDAY. Intervista a La Preghiera di Jonah

Mei, Rubrica. FRAMMENTI DI UN DISCORSO MUSICALE. Appello a Draghi: centinaia di artisti della musica, del cinema e dello spettacolo chiedono interventi urgenti per la ripartenza dei live