Lidia aveva appena lasciato i bimbi a scuola

Dramma a Vicenza, dove ieri Lidia Miljkovic, una donna di 42 anni di origine serba, è stata uccisa dopo aver accompagnato i figli a scuola. A spararle, prima dentro la macchina, poi in strada mentre cercava di scappare, l’ex compagno Zlatan Vasiljevic, 42enne bosniaco. Non le ha lasciato via di scampo, l’inseguimento mentre lei già ferita tentava disperatamente di cercare aiuto, poi la raffica di colpi durata 6 secondi secondo alcuni testimoni.

Poi, da via Vigolo, quartiere Gogna a Vicenza, luogo dove è avvenuto l’omicidio, l’uomo dopo aver lasciato Lidia in strada esanime, si è diretto verso l’auto dove a bordo si trovava l’attuale compagna ed insieme sono fuggiti. Reparti speciali e l’impiego di un elicottero, hanno fatto si che l’auto venisse trovata più tardi, nel pomeriggio, nella tangenziale Ovest di Vicenza, direzione Padova.

All’interno dell’abitacolo, la tragica scoperta: Vasiljevic aveva sparato anche all’attuale compagna uccidendola e poi si era suicidato con la stessa pistola. All’interno della vettura sono state trovate due granate. Nel 2019, nei confronti dell’assassino, era stata emessa un’ordinanza di divieto di avvicinamento alla ex compagna Lidia Miljkovic.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto Shutterstock

TAG:
Lidia Miljkovic Vicenza Zlatan Vasiljevic

ultimo aggiornamento: 09-06-2022


Panico a Berlino, auto impazzita travolge la folla: diversi i feriti

Battiti Live, svelato il Cast. Tanti “Amici” con l'”X Factor” sul palco