Che Il Collegio sia un successo, non è mistero. Sia sui social, che in rete, si parla moltissimo dei collegiali che sono stati rinchiusi nel Collegio Convitto di Celana, e catapultati a vivere nella realtà degli anni 80.

I protagonisti, su instagram, sono diventati dei veri e propri personaggi, molto seguiti da teen ager e non. Due ex della oramai famosa serie, nella fattispecie Beatrice Cossu e William Carrozzo, in questi giorni, hanno fatto parlare di sé per aver “spifferato” alcuni particolari accaduti dietro le quinte, non visibili al pubblico, ma che rendono, abbastanza curioso il tutto.

Venivamo pagati 50 euro a settimana, non siamo attori professionisti, perciò, chi è rimasto dentro fino alla fine, ha guadagnato di più”.  La sorvegliante, per esempio, è un’attrice, che nella vita fa tutt’altro mestiere, mentre, invece, i professori sono realmente dei professori nella vita reale”

“Avevamo le telecamere puntate 24 ore su 24 e un microfono dentro la camicia, a cui ogni mattina dovevamo cambiare le pile da soli, era impossibile recitare. I sorveglianti e i docenti invece sono degli attori che interpretano un ruolo. Oltre ai cameraman, c’era anche un autore che guardava le scene e cercava di capire cosa stesse succedendo. Si appuntava le cose importanti. Era severamente vietato parlare con cameraman o autori, non dovevamo farci influenzare da loro e neanche guardarli”. Quando non volevamo farci sentire dagli autori e dalla produzione, soffiavamo sul microfono, altrimenti inserivamo il nome di un brand all’interno della frase perché nelle trasmissioni televisive non si possono pubblicizzare le marche, quindi sapevamo che sarebbe stato tagliato. Ad esempio dicevamo: ‘Mi piace Coca-Cola Carlotta“.

Il cibo in mensa era orribile, ma a metà pomeriggio ci portavano i biscotti fatti in casa, e quando andava bene anche angurie o meloni, o focacce ripiene con il salame o prosciutto.”

Pare che qualcuno sia riuscito a portare dell’alcol e sia riuscito a berlo senza farsi scoprire. Noi mettevamo tutto dentro a un lavandino rotto e lo chiamavamo l’aspirapolvere, dove c’erano anche caramelle e altre cose che non avremmo potuto tenere. Nessuno ha mai fatto sesso dentro al collegio, anche se ci sono leggende che dicono che ci sono state coppie nate dentro a Il Collegio e che non sono mai state scoperte”.

Insomma, dei ragazzi non proprio angioletti, ma, più passano le puntate, e più non è difficile credere che, anche quelli di questa edizione, siano stati scelti sulla stessa falsariga.E, a proposito, cosa combineranno domani?

Lo sapremo sintonizzandoci su Rai2, alle ore 21,20.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Musica Internazionale, Concerti. Paul McCartney e il ritorno a Glastonbury, è questa la grande sorpresa dell’edizione 2020 del Festival

TV, Canale5. A Live-Non è la D’Urso Heather Parisi ammette: “Io, vittima di violenza domestica”